Home Contatti Webportal: uso/FAQ Promuovi il tuo sito
Pubblicità       Scrivi per noi Forum
  Articoli
  Calendario eventi
  Cerca

Kit Creaimpresa


Ultimi 5 articoli
· I Paradisi dei Principi Borromeo
· Tour al profumo di rosa in Franciacorta
· Corsi stagione 2011-2012 ai Vivai Belfiore
· Fall foliage ai giardini di Sissi
· Il regno sotterraneo delle piante

[ Altro nella News Section ]

Vecchi articoli
· ''Messer Tulipano'' la primavera trionfa la castello di Pralormo
· Il 1° aprile riaprono i Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff
· Fall foliage ai giardini di Sissi - Merano (BZ)
· Bioenergetic Landscape, i giardini del benessere
· La città diventa giardino
· I giardini ed il paesaggio entrano nella rassegna piemontese Castelli Aperti
· Le piante favoriscono un'atmosfera piacevole e un senso di sicurezza in casa
· Lo spettacolo delle Rose in Franciacorta
· HUMUS PARK - International Land Art Meeting and Exposition second edition
· Colori e profumi di Primavera a Castello Quistini
· La fioritura dei glicini all'Isola Madre
· Il trionfo delle Camelie
· I giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff - Merano
· La Dahlia David Howard bulbo dell'anno 2010
· Brescia: Giardini e allestimenti floreali tra le vie del centro
· Grasse è bello
· Natura e musica si incontrano ai Giardini La Mortella
· Il Narciso 'Actaea' vince nella categoria Bulbo Primaverile dell'Anno 2009
· Apertura autunnale dei giardini di Castello Quistini
· All'Isola Madre, fioriscono i 100 ibischi
· Rose. Purezza e Passione nell'Arte dal 400 ad oggi
· All'Isola Madre, tra ninfee e fior di loto
· I Giardini Nascosti
· Maggiore qualità nei posti di lavoro: una pianta ogni 12 mq
· Nel nome della rosa
· Rosae Photo Day 2009 - Castello Quistini (Rovato - Bs)
· Tra Rose, Storia e Leggenda Castello Quistini
· Bulbo dell'anno 2009
· Addobbi floreali olandesi alla Santa Messa di Pasqua in Piazza San Pietro
· Nuovo giardino mediterraneo
· Humus Park
· Messer Tulipano - Pralormo (TO)
· Gli eventi di marzo di Grandi Giardini Italiani
· Lo zucchero è l'ingrediente magico
· Scoperto il segreto del colore dei fiori
· Giardino Barbarigo Pizzoni Ardemani in Valsanzibio (PD)
· Isola del Garda entra nel circuito Grandi Giardini Italiani
· Arriva a Como il circuito Grandi Giardini Italiani
· L'Ufficio Olandese dei Fiori e la Festa dei Nonni
· Due nuove idee realizzate per la Festa dei nonni 2008
· Salone Internazionale Florovivaismo e Giardinaggio Flormart
· Tra Rose, Storia e Leggenda a Castello Quistini, Apertura autunnale
· Spello: le magiche Infiorate del Corpus Domini
· Rosae Photo Day 2008 - Sabato 7 Giugno a Castello Quistini (Rovato - Bs)
· I tre ''Paradisi in terra'' dei Principi Borromeo
· Le Giornate delle Rose
· Pordenone - Humus Park Meeting internazionale artisti di Land Art (+ Convegno)
· Profumo di Viole Delta? per risvegliare l'olfatto
· La fioritura delle rose - Giardini dell'Isola Bella (Lago Maggiore)
· Tra Rose, Storia e Leggenda a Castello Quistini

Articoli Vecchi

La Via dei Fiori

Pagina: 1/9
(26102 parole totali contate in questo testo)
(3710 letture)   Pagina Stampabile




La Via dei Fiori
di Marisa Saso

Creatività e ricerca introspettiva attraverso le composizioni floreali

La "Via dei Fiori" è una scuola di composizione floreale del tutto innovativa. Come dice il suo nome, è una via, una delle tante che si possono percorrere per raggiungere, secondo le varie interpretazioni, la vetta del monte, il proprio centro, quella parte del cuore che è sempre in comunicazione con il cuore degli altri. Il suo scopo infatti non è l'apprendimento meccanico di una pura tecnica decorativa con regole precise e collaudate nel tempo, ma una ricerca minuziosa e costante, svolta attraverso i fiori ed i vari elementi vegetali, di quell'essenza profonda, presente eppur celata sia nella natura sia nell'uomo, che mantiene e vivifica costantemente ogni cosa nell'universo.

Si basa pertanto sul concetto che riscoprire la natura, riuscire ad osservarla, ascoltarla e rispettarla, imparando con amore e perseveranza a trarre da essa insegnamento, sia un importante mezzo per elevare gradualmente il nostro modo di sentire. Assumendo con serietà e decisione un tale atteggiamento si riuscirà presto a percepire, con chiarezza ogni giorno maggiore, come il mondo esteriore e fenomenico e il nostro mondo interiore si corrispondano e si rispecchino a vicenda, avendo tra loro un'inconfutabile comunanza di modelli e di scopi. Tuttavia nel mondo della natura pare esserci un'innata consapevolezza, una resa volontaria e fiduciosa ad un ordine sapiente e superiore che dirige, nutre, trasforma e perennemente rinnova ogni cosa, vivificandola. L'uomo invece, con il suo libero arbitrio, non è affatto docile a questa volontà superiore e spesso vi si oppone con astuti cavilli e presuntuose sfide che nel tempo finiscono per ritorcerglisi contro. Per questo è importante ritornare alla natura, cogliendone le analogie esistenti con le varie fasi e trasformazioni della nostra vita.
Pur ispirandosi all'Ikebana, l'antica arte orientale ricca di significati simbolici e spirituali, la "Via dei Fiori" si discosta molto dalle svariate regole dei suoi molteplici stili per puntare soprattutto sull'apertura del cuore dei suoi partecipanti, i quali devono sentirsi completamente a proprio agio nell'esprimere spontaneamente e liberamente i loro stati d'animo e la loro creatività.

Nell'accingersi ad intraprendere questo cammino è tuttavia opportuno trovare la giusta predisposizione, quella perfetta letizia cantata da San Francesco che favorisce una sintonia sempre più intima e profonda con le sottili vibrazioni di pace ed amore che emanano dagli elementi della natura e soprattutto dai fiori, con la loro fresca bellezza.
Nel disporre i fiori è necessario innanzitutto eliminare ogni tipo di ansia o di preoccupazione per trattarli con tenerezza e ritrovare in noi stessi un'attitudine introspettiva di attenzione e di ascolto. Questa ci consentirà di svolgere il lavoro con gioia, cura, concentrazione e ragionevole rapidità.
Nel caso non si riuscisse tuttavia ad immergersi in questa preliminare atmosfera di placida e serena tranquillità, è comunque innegabile che le vibrazioni armoniose e delicate dei fiori agiranno lentamente e palesemente sui nostri stati d'animo negativi modificandoli e trasformandoli. La presenza degli altri sarà ugualmente molto importante nel creare e rafforzare un clima di armonia e di rispetto reciproco, rispetto che va esteso anche al luogo in cui si svolge il lavoro. In questo modo le composizioni floreali riproporranno le stesse vibrazioni nell'ambiente in cui verranno poste, rendendolo gioioso e accogliente semplicemente con la loro tacita presenza. Come spesso avviene per un giardino che coltiviamo con cura e dal quale veniamo a nostra volta coltivati, così si può comporre e "venire composti" da una composizione floreale nella quale si trasferiscono spontaneamente i pensieri e i sentimenti di chi la esegue. Se saremo sereni questa rispecchierà la nostra tranquillità interiore, se saremo angosciati questa soffrirà con noi.
La "Via dei Fiori" è dunque al tempo stesso un viaggio affascinante e misterioso non solo nel mondo dei fiori, ma anche all'interno di noi stessi e della nostra psiche, un viaggio che, una volta iniziato, non potrà mai finire, perché anche se la meta finale sembra sempre sfuggirci, è pur sempre il coraggio d'intraprenderlo ciò che conta veramente e che ci sprona a proseguire.

 


   Prossima Pagina (2/9) Prossima Pagina

[ Torna su Ikebana | Indice Sezioni ]


Arte Floreale non è responsabile del contenuto dei siti recensiti.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. Tutti i diritti sono riservati. P.I.: 11422390150
Visione ottimale in Internet Explorer risoluzione 800x600 - carattere medio

Arte Floreale is not responsible for the contents of the pointed out websistes.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. All rights reserved. P.I.: 11422390150
Best viewed in Internet Explorer Resolution 800x600 - medium type

Webdesign: Gikiweb