Home Contatti Webportal: uso/FAQ Promuovi il tuo sito
Pubblicità       Scrivi per noi Forum
  Articoli
  Calendario eventi
  Cerca
  Sezioni

Kit Creaimpresa


I nostri corsi specialistici
Bouquet da sposa particolari con le relative acconciature floreali. Milano (Italia)/Particular bridal bouquet and floral hairstyles. Milan (Italy)

Arte funeraria. Fiori per onoranze funebri. Corona funebre, cuscino funerario, cuore, cofano o copricassa, mezzo cofano, cesto, urna. Composizioni funerarie nei vari stili floreali. Scuola e corsi di formazione fioristi per servizi di pompe funebri. Milano (Italia)/Floral design courses. Sympathy flowers and floral tributes arrangements. Learn how to create coffin sprays, easel sprays, traditional posies,  hearts, long lasting baskets, bouquets, pillows, cushions, standing sprays, casket sprays, half casket sprays, urn flowers. Milan (Italy)

Ultimi 5 articoli
· Comporre con i fiori nella spugna
· Erica e Calluna per fioriture in ogni stagione
· Mini conifere
· Rosa fiore del mese di Novembre
· I Paradisi dei Principi Borromeo

[ Altro nella News Section ]

Breve guida all'idrocoltura

Pagina: 2/11
(37244 parole totali contate in questo testo)
(13946 letture)   Pagina Stampabile




ELEMENTI DEL SISTEMA IDROCOLTURA
1. Le piante

Innanzitutto è bene ricordare che la maggior parte delle piante usate in idrocoltura sono piante "verdi", di origine tropicale, o incroci di queste (alcune tra le più comuni sono: i Ficus, le Dieffembachia, i Potos, le Dracaene, la Chamaedorea, i Philodendri, le Schefflere, le Yucca, il Syngonium podophyllum, le Beucarnee ecc..).
Sono piante che generalmente non portano fiori che appassiscono velocemente.
Alcuni tipi di piante fiorite adatte per l'idrocoltura sono: la Kalanchoe, l'Hibiscus, la Spathiphyllum, l'Anthurium, l'Euphorbia milii, la Saintpaulia ecc?
Questo non vieta che si possano utilizzare anche altri tipi di piante o piante da fiore che verranno opportunamente fertilizzate con gli appositi concimi.

è possibile sia acquistare in vivaio le piante già coltivate in idrocoltura e quindi subito pronte per essere utilizzate, sia preparare da soli le piante per la coltivazione in idrocoltura.

Acquistando le piante già pronte per l'idrocoltura in vivaio si ha la certezza di avere una pianta di qualità che certamente non avrà problemi di adattamento per il tipo di coltivazione e garantirà subito un ottimo risultato sia che si tratti di piante di piccole dimensioni, sia di grandi dimensioni.

è possibile anche preparare da soli le piante per la coltivazione in idrocoltura, ma, se non si ha già una certa esperienza, conviene iniziare con delle piante giovani.

Posizione luminosa 1000-2000 Lux

Beaucarnea recurvata, Phoenix, Euphorbie (Succulente), Aralia elegantissima, Hibiscus, Croton, Aphelandra, Ananas, Saxifragra sarmentosa, Kalanchoe, Cactus, Peperomia, Yucca, Evonymus e altre.
Posizione mediamente luminosa 800 - 1000 Lux
Varietà di Ficus, varietà di Dracaene a fogliame chiaro, Cordyline, Anthurium, Acorus, Felci, Saintpaulia ionantha, Bromelie e altre.
In questa posizione si possono sistemare anche le piante degli altri due gruppi.
Posizione poco luminosa 600-800 Lux
Chamaedorea, Areka, varietà di Philodendron, varietà di Dracaene a fogliame scuro, Anglaonema, Dieffenbachia a fogliame scuro, Spathiphyllum, Maranta, Cissus, Fittonia, Syngonium, Asplenium nidus, Scindapsus, Chlorophytum, Aeschynanthus, ecc.
Con meno di 600 Lux si consiglia di fornire sempre una fonte di luce artificiale supplementare.
Preparazione di una pianta in terra per la coltivazione in idrocoltura

Il periodo migliore per il passaggio di una pianta dalla terra all'idrocoltura è in corrispondenza della ripresa vegetativa della pianta, che solitamente corrisponde con il periodo primaverile.

- Estrarre la pianta con il pane di terra dal vaso ed eliminare più terra possibile facendo attenzione a non rovinare le radici.

- Mettere a bagno in acqua tiepida l'apparato radicale, fino a quando le radici siano completamente pulite dalla terra, rinnovando l'acqua più volte.

- Eliminare le radici marce o in cattivo stato, salvaguardando quelle giovani che sono le più adatte alla coltivazione in idrocoltura.

- Introdurre la pianta nell'idrovaso, cercando di distribuire le radici al meglio.

- Riempire l'idrovaso con l'argilla espansa precedentemente lavata e tenuta a bagno, cercando di distribuirla omogeneamente tra le radici della pianta.

- Introdurre l'idrovaso, provvisto di indicatore di livello, all'interno del relativo vaso esterno (portavaso o fioriera per idrocoltura), e versare acqua a temperatura ambiente fino al segno massimo dell'indicatore di livello.

- Nel corso delle successive settimane la pianta passerà attraverso un periodo di adattamento e acclimatazione, durante il quale verrà somministrata acqua solo se precedentemente si era completamente esaurita e fino al livello medio (= ottimo) dell'indicatore di livello (non portare l'indicatore al livello max).

- Successivamente si somministreranno le sostanze nutritive sotto forma di microgranuli (resine a scambio ionico) o altri fertilizzanti per idrocoltura che dureranno per alcuni mesi.


Hibiscus

Kalanchoe

Spathiphyllum

Anthurium

Euphorbia

Saintpaulia

Pagina Precedente Pagina Precedente (1/11)       Prossima Pagina (3/11) Prossima Pagina

[ Torna su Idrocoltura/Hydroponic | Indice Sezioni ]


Arte Floreale non è responsabile del contenuto dei siti recensiti.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. Tutti i diritti sono riservati. P.I.: 11422390150
Visione ottimale in Internet Explorer risoluzione 800x600 - carattere medio

Arte Floreale is not responsible for the contents of the pointed out websistes.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. All rights reserved. P.I.: 11422390150
Best viewed in Internet Explorer Resolution 800x600 - medium type

Webdesign: Gikiweb