Una sottile sfumatura di arancione per il tappeto di fiori per il Papa
Data: Wednesday, 28 March @ 16:48:30 CEST
Argomento: Architettura del verde
Landscaping


Gli allestimenti floreali olandesi in Piazza San Pietro per la Pasqua 2007...

Una sottile sfumatura di arancione per il tappeto di fiori per il Papa

Domenica 8 aprile, negli addobbi floreali in Piazza San Pietro domineranno i colori papali tradizionali, bianco e giallo. L?uso moderato di rose arancione darà una sottile nota olandese. Nella presenza di decine di migliaia di fedeli Papa Benedetto XVI enuncerà la Benedizione Urbi et Orbi in seguito alla Santa Messa di Risurrezione.

Milioni di spettatori seguiranno le solennità in televisione. La decorazione floreale, ormai tradizionalmente offerta dall?Olanda, viene molto apprezzata.

Bianco e giallo

Nella bandiera papale i colori bianco e giallo rappresentano le chiave d?argento e quelle d?oro di San Pietro. Le chiavi, a loro volta, rappresentano il potere terrestre e quello celeste. Negli addobbi in Piazza San Pietro i fioristi applicheranno quindi il bianco e il giallo della bandiera papale. Anche nella simbologia attuale dei colori, il bianco e il giallo fanno pensare ancora molto a Pasqua. Il giallo rappresenta la luce, lo splendore e la gloria; il bianco l?allegria, la tenerezza e l?amore. I colori sono sempre gli stessi, ma la composizione cambia ogni anno. Il capo fiorista Charles van der Voort può sempre scegliere tra l?ampio assortimento di bulbi, fiori e alberi olandesi in bianco o giallo per una decorazione diversa dell?altare. Per le scale e il balcone, dove c?è più spazio per colori diversi, può disporre perfino dell?intero assortimento olandese di piante e fiori.

Da 22 anni, ogni anno è diverso

Gli addobbi floreali in Piazza San Pietro offerti dall?Olanda ormai sono diventati una tradizione. L?idea è nata nella città di Utrecht nel 1985, quando Papa Giovanni Paolo II visitò l?Olanda. Il fiorista di LeidaNic van der Voort prese l?iniziativa di riempire di fiori il palco del centro congressi Jaarbeurs. La sua iniziativa venne molto apprezzata, dopodiché gli venne offerto di venire a Roma lo stesso anno per curare gli addobbi floreali durante la beatificazione del sacerdote olandese Titus Brandsma. Fu allora che nacque l?idea di fare ogni anno a Pasqua un omaggio floreale. Da quel momento in poi il contributo olandese è sempre aumentato. Con il passare del tempo si sono formate dieci terrazze accanto e davanti all?altare che vengono addobbate con piante e fiori olandesi. Il numero di fiorai che per passione collaborano è arrivato a venti.

Il settore ne va fiero

Il tappeto di fiori in Piazza San Pietro richiede una preparazione lunga e accurata. Charles van der Voort viene aiutato da persone e organizzazioni provenienti dall?intero settore di piante e fiori. Con l?impiego della professionalità di ognuno di loro, lavorano insieme all?esecuzione perfetta degli addobbi pasquali. Oltre alla professionalità vengono motivati dall?orgoglio. Insieme a tutti i presenti in Piazza San Pietro, tutto il mondo si gode le infiorate olandesi. Quando anche quest?anno Papa Benedetto XVI dirà in olandese ?bedankt voor de bloemen? (grazie per i fiori), continuando così la tradizione, la sensazione di orgoglio si spanderà su tutti i presenti e telespettatori olandesi. Allora le celebrazioni pasquali acquisteranno una sottile sfumatura olandese.

Per acquisire maggiori nozioni su giardinaggio e arte di comporre con i fiori, abbonatevi a Fiorista Italiano floral designer, la prima rivista italiana di e-learning sull'arte floreale.








Questo Articolo proviene da Arte Floreale
http://www.artefloreale.com/webportal

L'URL per questa storia è:
http://www.artefloreale.com/webportal/modules.php?name=News&file=article&sid=54