La città diventa giardino
Data: Tuesday, 07 September @ 13:19:09 CEST
Argomento: Architettura del verde
Landscaping


A Brescia torna Fiorinsieme, e la città si trasforma in un maestoso parco all’insegna della Biodiversità dal 3 al 26 Settembre.

La città diventa giardino

A Brescia torna Fiorinsieme, e la città si trasforma in un maestoso parco all’insegna della Biodiversità

Ambiente, ecosistema, giardino sostenibile. Sono le parole chiave della nuova edizione di Fiorinsieme. Dal 3 al 26 Settembre torna infatti la manifestazione organizzata dall'Associazione Florovivaisti Bresciani in collaborazione con il Comune di Brescia che gli scorsi anni ha vestito di verde le più importanti piazze cittadine bresciane e che anche questo autunno trasformerà Piazza Paolo VI in un maestoso parco verde ricco di piante, alberi e giardini delle più belle specie e varietà.
La storica Piazza del Duomo di Brescia vedrà nascere oltre 1200 metri quadrati di giardini verdi, offrendo al visitatore una visuale unica data dallo strano ma efficace binomio di elementi urbani e elementi naturali, geometrie e colori di portoni e palazzi a fare da scenografia agli splendidi giardini.
La Biodiversità è il tema affrontato per questa nuova edizione il cui progetto prevede otto giardini realizzati da alcune tra le più affermate aziende associate di costruzione del verde, il tutto sotto il coordinamento progettuale dell’Arch. Nicola Faustini, StudioDprogettazione e di Corivert (Consorzio per la riqualificazione del verde e del territorio).
Il progetto prevede anche la realizzazione di una zona relax e di un'area per i bambini, perfettamente inserite nel contesto verde tra giochi di forme e geometrie, siepi e oltre 50 metri di cespugli. Un percorso pedonale delimiterà i singoli giardini e le diverse aree tematiche.
L'Associazione Florovivaisti Bresciani, con questo ambizioso progetto, si pone l’obiettivo di diffondere una corretta conoscenza e cultura dell’ambiente che troppo spesso oggi viene a mancare, ma che forse necessita di maggior attenzione, poichè giardini, parchi e terrazzi non debbano essere soltanto gradevoli esteticamente ma che possano anche inserirsi armoniosamente nel proprio contesto ambientale, senza alterare le dinamiche e i processi naturali, scegliendo quindi essenze adatte al nostro clima, evitando trattamenti chimici e favorendo la presenza di insetti predatori e uccelli insettivori.
Nel 2010, dichiarato dall’ONU anno internazionale della biodiversità, l’associazione si fa portatrice quindi di un importante messaggio con l’intenzione di far conoscere flora autoctona e vegetazione naturale nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema.

Nel corso dell’evento, il 4-5,11-12 e 25-26 Settembre, le aziende bresciane produttrici di fiori e piante (stagionali, annuali, perenni, recisi, bonsai, cactacee, etc) saranno presenti nell’area della fontana (fronte Broletto) per una mostra mercato in cui esporranno le principali varietà stagionali e potranno offrire preziosi consigli a tutti gli appassionati. Nei giorni 4-5 Settembre dalle 10,00 alle 20,00 sarà si terranno all'interno dell'area giochi laboratori ludico-didattici per avvicinare i più piccoli al giardinaggio. Ai bambini partecipanti verrano donati un vasetto e una piantina di facile coltura (fino ad esaurimento scorte).

Dal 17 al 19 Settembre invece, il grande giardino farà da splendida scenografia alla settimana della moda.
L’Associazione Florovivaisti Bresciani è pronta a far rivivere ai cittadini le emozioni dello scorso anno: Brescia è quindi una città che per un mese cambia volto con il desiderio di trasformarsi in una città-giardino.
Per maggiori informazioni che riguardano gli eventi e le manifestazioni organizzati dall’Associazione Florovivaisti Bresciani potete visitare il sito internet: www.florovivaistibs.it oppure telefonare al numero 030 3534008. È inoltre nata la pagina "Eventi Verdi Bresciani" su Facebook, dove potrete essere sempre aggiornati riguardo le news e gli eventi dedicati al verde.


GIARDINI A TEMA

01 Biopiscina (Grechi Giardini srl)
Il nostro progetto propone un giardino che esalti la biodiversità e faccia sognare chiunque , anche chi non possiede grandi spazi. L’accostamento dei vari materiali e la maestria artigianale ci riportano ad una filosofia più rispettosa e protettiva verso l’ambiente naturale. Questa piscina è basata su un sistema di filtrazione biologica affidato alle piante e funziona a bassissimo consumo energetico.

02 Giardino dei sensi (F.lli Toninelli srl)
Il nostro progetto vuole ricreare uno spazio accogliente in cui rilassarsi e risvegliare i propri sensi. I suoi elementi sono: Il prato: soffice al calpestio di un piede scalzo; massi e sassi: imponenti ma leggeri, nella nostra mente i suoni dell’acqua di un ruscello; salice e bamboo: leggeri e flessuosi danno voce al vento; I fiori: semplici colori di un prato fiorito o di un vaso amorevolmente coltivato, gradevoli agli occhi e all’olfatto. L’allestimento è un’esempio di giardino che per tipologia, materiali, tecniche e dimensioni è facilmente realizzabile su un terrazzo utilizzando il sistema “SEIC verde pensile” per il verde pensile intensivo.

03 Giardino dell'essenza (Vivai Rebecchi Snc)
La bellezza è semplicità. Essenza. Il giardino fa vivere lo spazio dentro il quale l’anima si ritrova. Progettare e realizzare un giardino significa modulare i volumi e i colori - usando alberi, fiori erba - per rispondere al bisogno essenziale dell’anima: il respiro d’infinito. Nel giardino non contano le dimensioni, conta la capacità di evocare. Essenza è il nome dell’albero, di ogni albero, che rappresenta il nucleo d’energia intorno al quale il giardino trova la sua architettura.

04 Natura viva (Istituto superiore Vincenzo Dandolo)
Il giardino delle emozioni che le piante ci regalano per atavica empatia. Un giardino che vuole trasmettere il forte significato simbolico delle piante. La vitalità delle splendide felci nella loro rustica leggerezza creano un’atmosfera di tranquilla freschezza. Le sensazioni che l’originale esemplare di carpino ci trasmette sono di grande pace e rispetto. La straordinaria forza delle piante grasse che vivono con niente e resistono a tutto ci parlano di sobrietà e semplicità. Con il bamboo flessibili vaporosi e instancabili si percepisce uno stile ordinato e volitivo. Il lavoro dell’uomo è coniugato all’acqua come elemento vitale insostituibile rappresentato dalla fontana realizzata in ghisa e pietra. L’ambientazione scenografica è completata dall’esplosiva vivacità dei coniglietti e anatroccoli come sintesi naturale della vita.

05 Giardino degli ulivi (Vivai Loda)
La pianta di ulivo è stata la prima ad essere selezionata dall’uomo: la sua storia e quella delle civiltà mediterranee si intrecciano da oltre settemila anni. Sono alberi longevi, e possono vivere fino a millecinquecento anni raggiungendo anche altezze di 20 metri. L’aspetto più interessante della capacità d’adattamento dell’olivo è la sua resistenza alla siccità anche quando si protrae per molti mesi. L’ulivo è il simbolo mediterraneo per eccellenza. Le sue fronde simboleggiano da millenni la pace,l’onore e la vittoria.

06 Giardino mediterraneo (Il Verde Mariani Az. Agr.)
Una realizzazione diversa dal solito con gli splendidi colori e profumi di essenze mediterranee. Si tratta di una rassegna di ambientazioni incorniciate da muretti a secco, una seduta in pietra lavica vesuviana scolpita a mano alla fine del ‘700 e vialetti pedonali che portano a visitare l’angolo degli agrumi, delle palme, e la zona arida delle cactacee e succulente. Potrete inoltre trovare ed acquistare la famosa “Asimina Triloba”, il banano degli Indiani d’America, una delle pochissime e più ricercate piante da frutto esotiche coltivabili anche tra i giardini e terrazzi di casa nostra.


07 Giardino pensile (Artegiardino snc)
“Copertura a verde” è il termine che nel linguaggio tecnico indica la progenie dei giardini pensili o tetti giardino che hanno contraddistinto e reso memorabili molti ambienti urbani nei periodi più felici della storia delle civiltà e dell’architettura. Alla straordinaria capacità di concorrere alla riqualificazione dell’ambiente costruito, una proprietà innata dei tetti a giardino, le coperture a verde aggiungono un contenuto di innovazione funzionale, tecnologica e gestionale.


08 Giardino Zen: Il Giardino del Tao (Az. Agr Cammarata Ezio)
“La via del cielo è discendere dopo aver raggiunto il culmine, diminuire dopo aver raggiunto la pienezza; proprio come fanno il sole e la luna… chi segue questa via non cerca la pienezza; soltanto se non è pieno, può utilizzare le cose pienamente e fino in fondo.” (Lao Tzu). Da questa frase viene il mio nome nel Dharma, Daisetsu (grande vuoto) datomi dal Maetro Zen Fausto Taiten Guareschi abate del tempio Shobozan Fudenji. A questi due grandi maestri del passato e del presente dedico questo giardino nel quale il fiume d’acqua e quello di ghiaia, simboli rispettivamente della vita esteriore visibile e di quella interiore più intima, si uniscono nella forma del Tao che armonizza gli opposti. Dal bosco sorgivo si passa ad un paesaggio sobrio ed essenziale sia nella composizione vegetale sia nell’utilizzo della pietra e della ghiaia. L’equilibrio degli elementi del giardino stesso ne elevano il valore estetico e simbolico in grado di trasmettere pace ed armonia.


Area giochi (Betti Giardini)
All'interno dell'area laboratori ludico-didattici per avvicinare i più piccoli al giardinaggio. Ai bambini partecipanti verrano donati un vasetto e una piantina di facile coltura (fino ad esaurimento scorte).
Il gioco è momento di aggregazione, creatività ed espressione individuale o di gruppo, da sempre. Giocare immersi nel verde e nella natura è il connubio ideale. Con le nostre realizzazioni, cerchiamo di dare al gioco colore e forma, nel modo più naturale possibile.

Per acquisire maggiori nozioni su giardinaggio e arte di comporre con i fiori, abbonatevi a Fiorista Italiano floral designer, la prima rivista italiana di e-learning sull'arte floreale.








Questo Articolo proviene da Arte Floreale
http://www.artefloreale.com/webportal

L'URL per questa storia è:
http://www.artefloreale.com/webportal/modules.php?name=News&file=article&sid=113