Home Contatti Webportal: uso/FAQ Promuovi il tuo sito
Pubblicità       Scrivi per noi Forum
  Articoli
  Calendario eventi
  Cerca

Kit Creaimpresa


Ultimi 5 articoli
· I Paradisi dei Principi Borromeo
· Tour al profumo di rosa in Franciacorta
· Corsi stagione 2011-2012 ai Vivai Belfiore
· Fall foliage ai giardini di Sissi
· Il regno sotterraneo delle piante

[ Altro nella News Section ]

Vecchi articoli
· ''Messer Tulipano'' la primavera trionfa la castello di Pralormo
· Il 1° aprile riaprono i Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff
· Fall foliage ai giardini di Sissi - Merano (BZ)
· Bioenergetic Landscape, i giardini del benessere
· La città diventa giardino
· I giardini ed il paesaggio entrano nella rassegna piemontese Castelli Aperti
· Le piante favoriscono un'atmosfera piacevole e un senso di sicurezza in casa
· Lo spettacolo delle Rose in Franciacorta
· HUMUS PARK - International Land Art Meeting and Exposition second edition
· Colori e profumi di Primavera a Castello Quistini
· La fioritura dei glicini all'Isola Madre
· Il trionfo delle Camelie
· I giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff - Merano
· La Dahlia David Howard bulbo dell'anno 2010
· Brescia: Giardini e allestimenti floreali tra le vie del centro
· Grasse è bello
· Natura e musica si incontrano ai Giardini La Mortella
· Il Narciso 'Actaea' vince nella categoria Bulbo Primaverile dell'Anno 2009
· Apertura autunnale dei giardini di Castello Quistini
· All'Isola Madre, fioriscono i 100 ibischi
· Rose. Purezza e Passione nell'Arte dal 400 ad oggi
· All'Isola Madre, tra ninfee e fior di loto
· I Giardini Nascosti
· Maggiore qualità nei posti di lavoro: una pianta ogni 12 mq
· Nel nome della rosa
· Rosae Photo Day 2009 - Castello Quistini (Rovato - Bs)
· Tra Rose, Storia e Leggenda Castello Quistini
· Bulbo dell'anno 2009
· Addobbi floreali olandesi alla Santa Messa di Pasqua in Piazza San Pietro
· Nuovo giardino mediterraneo
· Humus Park
· Messer Tulipano - Pralormo (TO)
· Gli eventi di marzo di Grandi Giardini Italiani
· Lo zucchero è l'ingrediente magico
· Scoperto il segreto del colore dei fiori
· Giardino Barbarigo Pizzoni Ardemani in Valsanzibio (PD)
· Isola del Garda entra nel circuito Grandi Giardini Italiani
· Arriva a Como il circuito Grandi Giardini Italiani
· L'Ufficio Olandese dei Fiori e la Festa dei Nonni
· Due nuove idee realizzate per la Festa dei nonni 2008
· Salone Internazionale Florovivaismo e Giardinaggio Flormart
· Tra Rose, Storia e Leggenda a Castello Quistini, Apertura autunnale
· Spello: le magiche Infiorate del Corpus Domini
· Rosae Photo Day 2008 - Sabato 7 Giugno a Castello Quistini (Rovato - Bs)
· I tre ''Paradisi in terra'' dei Principi Borromeo
· Le Giornate delle Rose
· Pordenone - Humus Park Meeting internazionale artisti di Land Art (+ Convegno)
· Profumo di Viole Delta? per risvegliare l'olfatto
· La fioritura delle rose - Giardini dell'Isola Bella (Lago Maggiore)
· Tra Rose, Storia e Leggenda a Castello Quistini

Articoli Vecchi

Isola del Garda entra nel circuito Grandi Giardini Italiani
Postato il Thursday, 16 October @ 17:28:39 CEST di empoza

Architettura del verde<br>Landscaping L'Isola del Garda, ultima isola privata della Lombardia, per la prima volta si apre al pubblico aderendo al circuito Grandi Giardini Italiani. Questa iniziativa è un bellissimo esempio di impresa culturale in quanto i giovani eredi dell'isola hanno deciso di investire tempo e denaro per restaurare la villa e riportare allo splendore originario i giardini. Nel mese di Ottobre sono aperti a gruppi per un minimo di 15 persone su prenotazione. Per i singoli partecipanti le visite cominceranno dal 20 Aprile 2009. Per i gruppi saranno aperti dal 20 Marzo 2009.



Isola del Garda entra nel circuito Grandi Giardini Italiani

E' l'Isola del Garda, splendida isola privata in provincia di Brescia, l'ultima new entry nel circuito Grandi Giardini Italiani.
I suoi proprietari hanno infatti da poco aderito al circuito culturale che unisce i giardini più belli e importanti tra quelli visitabili in tutta Italia, e che ha la sua sede operativa a Como.

La storia di Isola del Garda risale ad alcuni secoli fa: essa accolse popoli antichi, dai Romani ai Longobardi, e fu in seguito anche la dimora di S. Francesco, S. Antonio da Padova, S. Bernardino da Siena e probabilmente di Dante Alighieri.
Nella parte meridionale della piccola isola s'erge l'elegante e suggestivo palazzo realizzato ai primi del 900' in stile neogotico-veneziano, con le sue terrazze e i giardini all'italiana che digradano fino al lago. Tutt'intorno la vegetazione è rigogliosa e intatta: piante locali ed esotiche; essenze rare e fiori unici; una selva armonica di pini e cipressi, di acacie e limoni, di magnolie e agavi.
Nel 1803 l'isola divenne proprietà dello stato e poi fu venduta ai Nobili Conter (di Salò). Nel 1817 la proprietà passò ai fratelli Benedetti (di Portese), a Giovanni Fiorentini (commerciante di Milano) e alla famiglia Lechi (di Brescia). Nel 1860 la zona venne espropriata e adibita ad avamposto militare di confine. All'inizio del 1870 la Famiglia Scotti s'aggiudicò all'asta il luogo e poi lo cedette al Duca De Ferrari (di Genova). A lui si deve la realizzazione del monumentale palazzo tutt'ora esistente. I lavori, diretti dall'architetto Rovelli (di Genova) terminarono nel 1903. Ne risultò un edificio imponente, estremamente complesso, in stile neogotico-veneziano (che evoca il Palazzo Ducale di Venezia). Alla morte di Maria Annenkov (moglie del Duca De Ferrari) la figlia Anna Maria ereditò il complesso. Fu lei ad arricchire il giardino con fiori ed essenze esotiche. Anna Maria sposò il Principe Scipione Borghese e la loro figlia Livia ebbe estrema cura di quel paradiso per oltre cinquant'anni. Fu moglie del Conte Alessandro Cavazza dal quale ebbe tre figli: Novello, Paolo Emilio e Camillo. L'isola rimase a Camillo. Gli attuali proprietari sono la moglie, Charlotte Chetwynd Talbot e i figli: Sigmar, Livia, Eric, Ilona, Alberta, Christian e Lars Patrick Cavazza.

COS'E' GRANDI GIARDINI ITALIANI

Fondata dieci anni fa da Judith Wade, inglese di nascita e italiana di adozione, Grandi Giardini Italiani è un'impresa culturale che si occupa di promuovere e far conoscere i grandi giardini italiani visitabili. Il circuito opera nel mercato dello Horticultural Tourism, un segmento del turismo culturale che, secondo le stime del National Trust, conta 11 milioni di visitatori in Europa. L'impresa collabora con privati, istituzioni, aziende e proprietari di giardini con l'obiettivo di divulgare questo polo d'eccellenza in Italia e nel mondo.
Il circuito raccoglie 75 giardini in 13 regioni (dal 2005 uno anche a Malta) e rappresenta nel suo insieme 500 anni di storia del paesaggio. Per entrare a far parte di Grandi Giardini Italiani è necessario superare una selezione d'eccellenza e avere precisi requisiti: un alto valore botanico, artistico e storico e un livello di manutenzione perfetto. è grazie a questa garanzia di qualità che, ogni anno, i giardini del circuito attraggono più di cinque milioni di visitatori paganti.
Tra le tante iniziative promosse ogni anno da Grandi Giardini Italiani si segnala la pubblicazione di una guida in italiano dedicata ai giardini che fanno parte del circuito; per Natale invece uscirà il volume fotografico "Grandi Giardini Italiani".

La scelta di Grandi Giardini di aprire la proprio sede operativa a Como non è per nulla casuale, visto che quattro dei più importanti giardini che fanno parte del circuito si trovano proprio nel territorio lariano: i giardini di Villa Melzi d'Eril a Bellagio, di Villa D'Este a Cernobbio, di Villa Balbianello a Lenno e di Villa Carlotta a Tremezzo.
Anche sul resto del territorio territorio lombardo molti giardini fanno parte del circuito: oltre a Isola del Garda a S. Felice del Benaco (Brescia) ci sono il Vittoriale degli italiani a Gardone Riviera (Brescia), il Parco del castello di Grazzano Visconi (Piacenza), Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate (Milano) e Villa della Porta Bozzolo a Casalzuino (Varese).

L'apertura della sede a Como è il segno di una volontà precisa: entrare a far parte integrante del territorio e della società lariana promuovendo, da una parte, iniziative culturali volte ad avvicinare il pubblico alle tematiche ambientali, e dall'altra attività che favoriscano la formazione nel settore a livello locale. Grandi Giardini Italiani ha infatti tra i suoi principali obiettivi quelli di avvicinare il pubblico, e soprattutto i giovani, all'ecosostenibile; di promuovere e organizzare convegni, giornate di studio e mostre per diffondere la conoscenza e la sensibilità verso l'ambiente, il verde storico e "d'autore", ma anche creare un indotto economico ed occupazionale sul territorio.

Sul Lario si trovano anche due delle sette Case museo appartenenti al circuito dei Grandi Giardini Italiani. Una è il "Museo delle spedizioni", all'interno della settecentesca Villa del Balbianello a Lenno, che raccoglie i cimeli delle più ardue spedizioni del conte Guido Monzino, ultimo proprietario della dimora, la sua cartografia e la ricca collezione di libri dedicata alle esplorazioni.
L'altra è il museo personale creato all'inizio dell'Ottocento a Villa Carlotta a Tremezzo dall'imprenditore e collezionista Sommariva, con capolavori di Canova, Thorvaldensen e Hayez.
In Lombardia si trovano anche il Vittoriale degli Italiani - progettato da Gabriele D'Annunzio nella sua dimora a Gardone Riviera - e due dimore storiche che possono essere un interessante complemento di un tour all'interno dei Grandi Giardini Italiani: Villa Borromeo Visconti Litta (Lainate - Milano) e Villa Della Porta Bozzolo (Casalzuino - Varese).

Le Case museo dei Grandi Giardini Italiani sono realtà a sé stanti rispetto alle altre istituzioni museali: si tratta infatti di raccolte d'arte, di arredi o di documenti storici strettamente legati al gusto di un collezionista e rimaste inserite nel vissuto della sua abitazione. Molti Grandi Giardini Italiani sono stati infatti concepiti e voluti da personaggi straordinari che, spinti dalla passione per il bello, hanno acquistato opere d'arte e mobili d'epoca, così come piante rare, insolite o esotiche, creando musei privati di cui i giardini sono la degna, sontuosa cornice.
Le altre Case museo del circuito si trovano a Villa Mariani a Bordighera, a Palazzo Coronini Cronberg a Gorizia, a Palazzo del Principe a Genova e a Villa San Michele ad Anacapri.

Per informazioni: tel. 031.759211 - www.grandigiardini.it




 
Links Correlati
· Inoltre Architettura del verde
Landscaping

· News by empoza


Articolo più letto relativo a Architettura del verde
Landscaping:

I giardini nascosti


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico


Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Arte Floreale non è responsabile del contenuto dei siti recensiti.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. Tutti i diritti sono riservati. P.I.: 11422390150
Visione ottimale in Internet Explorer risoluzione 800x600 - carattere medio

Arte Floreale is not responsible for the contents of the pointed out websistes.
Copyright ©2000-2017 Arte Floreale. All rights reserved. P.I.: 11422390150
Best viewed in Internet Explorer Resolution 800x600 - medium type

Webdesign: Gikiweb