Calendario Eventi


Successivo 20 Eventi, fino a 15/11/14.

ConcorsiCorsi e dimostrazioniFlorovivaismoParchi e giardiniVari eventi

15/11/14
10:00
al
12:00
Corsi e dimostrazioni Composizioni fiorite per i giorni di festa - Viridea, Collegno (TO)
Composizioni fiorite per i giorni di festa Vi proponiamo un corso gratuito, organizzato in collaborazione con la Scuola d’Arte Floreale di Milano, per apprendere come realizzare bellissime composizioni con i fiori, sia freschi che artificiali. Gli incontri, della durata di 2 ore, saranno tenuti da Laura Grandi e Roberto Sangalli della Scuola d’Arte Floreale di Milano. I docenti illustreranno inizialmente le nozioni fondamentali per comporre con i fiori, sia freschi che artificiali, per poi spiegare nel dettaglio come realizzare alcune composizioni a tema natalizio: dal centrotavola per i giorni di festa alle decorazioni per la casa, presenteranno diverse idee perfette per stupire i propri ospiti o sorprendere gli amici con un insolito regalo fai da te. Al termine dell’incontro, gli esperti resteranno a disposizione di tutti i presenti per rispondere a dubbi e domande specifiche. Il corso è gratuito, non richiede iscrizione e si terrà dalle 10.00 alle 12.00. Viridea Garden Center Via Spagna s/n 10093 Collegno (TO) tel. 011-4536401 Fax 011-45364510 Coordinate navigatore: 45° – 09 92 98 – 7° – 59 00 45
15/11/14
15:00
al
17:00
Corsi e dimostrazioni Composizioni fiorite per i giorni di festa - Viridea, Settimo Torinese (TO)
Composizioni fiorite per i giorni di festa Vi proponiamo un corso gratuito, organizzato in collaborazione con la Scuola d’Arte Floreale di Milano, per apprendere come realizzare bellissime composizioni con i fiori, sia freschi che artificiali. Gli incontri, della durata di 2 ore, saranno tenuti da Laura Grandi e Roberto Sangalli della Scuola d’Arte Floreale di Milano. I docenti illustreranno inizialmente le nozioni fondamentali per comporre con i fiori, sia freschi che artificiali, per poi spiegare nel dettaglio come realizzare alcune composizioni a tema natalizio: dal centrotavola per i giorni di festa alle decorazioni per la casa, presenteranno diverse idee perfette per stupire i propri ospiti o sorprendere gli amici con un insolito regalo fai da te. Al termine dell’incontro, gli esperti resteranno a disposizione di tutti i presenti per rispondere a dubbi e domande specifiche. Il corso è gratuito, non richiede iscrizione e si terrà dalle 15.00 alle 17.00. Viridea Garden Center Via S. Mauro, 100 10036 Settimo T.se (TO) tel. 011-8211488 Fax 011-8982642 Coordinate navigatore: 45° – 12 09 39 – 7° – 75 86 58
22/11/14
10:00
al
12:00
Corsi e dimostrazioni Composizioni fiorite per i giorni di festa - Viridea, Cusago (MI)
Composizioni fiorite per i giorni di festa Vi proponiamo un corso gratuito, organizzato in collaborazione con la Scuola d’Arte Floreale di Milano, per apprendere come realizzare bellissime composizioni con i fiori, sia freschi che artificiali. Gli incontri, della durata di 2 ore, saranno tenuti da Laura Grandi e Roberto Sangalli della Scuola d’Arte Floreale di Milano. I docenti illustreranno inizialmente le nozioni fondamentali per comporre con i fiori, sia freschi che artificiali, per poi spiegare nel dettaglio come realizzare alcune composizioni a tema natalizio: dal centrotavola per i giorni di festa alle decorazioni per la casa, presenteranno diverse idee perfette per stupire i propri ospiti o sorprendere gli amici con un insolito regalo fai da te. Al termine dell’incontro, gli esperti resteranno a disposizione di tutti i presenti per rispondere a dubbi e domande specifiche. Il corso è gratuito, non richiede iscrizione e si terrà dalle 10.00 alle 12.00. Viridea Garden Center Viale Europa, 11 20090 Cusago (MI) tel. 02-90390787 Fax 02-90390107 Coordinate navigatore: 45° – 44 56 25, 9° – 03 96 96
22/11/14
15:00
al
17:00
Corsi e dimostrazioni Composizioni fiorite per i giorni di festa - Viridea, Rho (MI)
Composizioni fiorite per i giorni di festa Vi proponiamo un corso gratuito, organizzato in collaborazione con la Scuola d’Arte Floreale di Milano, per apprendere come realizzare bellissime composizioni con i fiori, sia freschi che artificiali. Gli incontri, della durata di 2 ore, saranno tenuti da Laura Grandi e Roberto Sangalli della Scuola d’Arte Floreale di Milano. I docenti illustreranno inizialmente le nozioni fondamentali per comporre con i fiori, sia freschi che artificiali, per poi spiegare nel dettaglio come realizzare alcune composizioni a tema natalizio: dal centrotavola per i giorni di festa alle decorazioni per la casa, presenteranno diverse idee perfette per stupire i propri ospiti o sorprendere gli amici con un insolito regalo fai da te. Al termine dell’incontro, gli esperti resteranno a disposizione di tutti i presenti per rispondere a dubbi e domande specifiche. Il corso è gratuito, non richiede iscrizione e si terrà dalle 15.00 alle 17.00. Viridea Garden Center C.so Europa, 325 20017 Rho (MI) tel. 02-93208200 Fax 02-93182408 Coordinate navigatore: 45° – 32 26 73 – 9° – 0 48 56
29/11/14
15:00
al
17:00
Corsi e dimostrazioni Composizioni fiorite per i giorni di festa - Viridea,Torri di Quartesolo (VI)
Composizioni fiorite per i giorni di festa Vi proponiamo un corso gratuito, organizzato in collaborazione con la Scuola d’Arte Floreale di Milano, per apprendere come realizzare bellissime composizioni con i fiori, sia freschi che artificiali. Gli incontri, della durata di 2 ore, saranno tenuti da Laura Grandi e Roberto Sangalli della Scuola d’Arte Floreale di Milano. I docenti illustreranno inizialmente le nozioni fondamentali per comporre con i fiori, sia freschi che artificiali, per poi spiegare nel dettaglio come realizzare alcune composizioni a tema natalizio: dal centrotavola per i giorni di festa alle decorazioni per la casa, presenteranno diverse idee perfette per stupire i propri ospiti o sorprendere gli amici con un insolito regalo fai da te. Al termine dell’incontro, gli esperti resteranno a disposizione di tutti i presenti per rispondere a dubbi e domande specifiche. Il corso è gratuito, non richiede iscrizione e si terrà dalle 15.00 alle 17.00. Viridea Garden Center Via Paolo Borsellino 36040 Torri di Quartesolo (VI) tel. 0444-261301 Fax 0444-2613510 Coordinate navigatore: 45° 51 42 00 – 11° 62 83 79
11/12/14al11/12/14Vari eventi Rose Banksiae, presentazione del volume (Roma)
Giovedì 11 dicembre inizia il viaggio ne La vie en Roses Nella sede della Sala Santa Rita, via Montanara, 8 in Campitelli dell’Assessorato alle Politiche Culturali di Roma Capitale Giovedì 11 dicembre alle ore 17 anteprima di presentazione del Volume Rose Banksiae Primo volume della collana La vie en Roses - Le più belle del reame a cura di Nicoletta Campanella - Nicla Edizioni. Tra i marmi policromi dell’ex chiesa dedicata a Santa Rita, Nicoletta Campanella, autore e titolare della Nicla Edizioni, Rita Oliva, rodologa e collezionista di rose, Stefano Marzullo, responsabile tecnico del Roseto dell’Orto Botanico di Roma - Università Sapienza e Beatrice Barni, proprietaria del celebre vivaio Rose Barni parleranno in anteprima del progetto La vie en Roses e del primo dei 12 volumi sulle rose italiane: Rose Banksiae. LE ROSE BANKSIAE 1° volume della collana La vie en roses - Le più belle del reame a cura di Nicoletta Campanella, Nicla Edizioni. Scrivere di rose può sembrare curioso o anche banale, un argomento sfruttato. Ma questo primo volume della collana La vie en roses dedicato alla Rosa Banksiae in tutte le sue varietà vi coinvolgerà e appassionerà come non vi sareste aspettati. Con questo primo volume inizia un viaggio tra le rose coltivate in Italia e tra quelle esclusivamente italiane, riscoperte e riportate alla luce grazie al fervore di ricercatori appassionati. Sotteso al volume di questa collana e dell’intero progetto c’è l’idea di sostenere il “Made in Italy” inteso come prodotto culturale e florovivaistico. Tra le pagine di questo primo volume scoprirete le tante storie sorprendenti, curiose e intriganti che hanno portato questo fiore dal lontano Oriente in Italia, la passione e la tenacia degli uomini che hanno fatto sì che crescesse forte e si diffondesse, ancora scoprirete i segreti per coltivarla e disporla nel modo più armonioso nel vostro giardino. Troverete in un percorso da Nord a Sud le più belle ville e i giardini che in Italia ospitano le splendide piante di Banksiae e ancora i vivai dove potrete acquistarla. Documenti assolutamente inediti, foto meravigliose e la parola di esperti botanici, di grandi rodologhi e cultori della materia come la collezionista Rita Oliva e l’“Amica delle Rose”, la vivaista Anna Peyron vi accompagneranno per queste pagine. Ma la rosa si sa non è solo un fiore, ma è un intero mondo. A lei si sono ispirati la moda, l'arte e la cultura di ogni epoca. Una parte del volume è quindi dedicata anche a tutti quegli aspetti della nostra cultura che si sono ispirati alla rosa. Prendendo spunto dal periodo storico, fine Ottocento ed inizio Novecento, in cui tutte le Rose Banksiae fecero il loro ingresso in Italia, in questo primo volume sono la Belle Époque e lo stile Liberty ad essere di scena. Attraverso personaggi come D'Annunzio, Franca Florio, la Regina Margherita conosceremo un mondo di bellezza il cui filo conduttore è sempre e solo la rosa. A sottolineare il taglio non solo botanico ma anche artistico dei volumi, grazie ad un accordo tra la Nicla Edizioni e l'Accademia di Belle Arti di Roma, questa prima pubblicazione, come poi sarà per tutte le altre, ospita alcune interpretazioni artistiche ispirate alla Rosa Banksiae, realizzate dagli allievi dell'Accademia. _______________________________ LE ROSE BANKSIAE Autore Nicoletta Campanella Contributi di Rita Oliva e Anna Peyron Dimensioni del volume: 21 cm x 21 cm Pagine: 200 Prezzo: 21.00 euro
18/01/15
15:30
al
18:30
Corsi e dimostrazioni Corso dimostrativo: il centrotavola formale (MI)

La Scuola d'Arte Floreale di Milano organizza dei CORSI DIMOSTRATIVI di composizione floreale con fiori freschi e artificiali dedicati alla Tecnica di base rivolti agli amatori e a chi vuole intraprendere la professione di fiorista.
Durante la dimostrazione l'insegnante effettuerà ad ogni incontro:
- una lezione multimediale teorica relativa alle nozioni tecniche inerenti all'argomento della dimostrazione con visualizzazione su schermo televisivo;
- la realizzazione pratica dal vivo di uno o più lavori sul tema dell'incontro.
I partecipanti, pur non eseguendo lavori pratici, potranno intervenire nella lezione con domande e richieste di approfondimenti e, al termine, riceveranno alla propria e-mail tutti i materiali didattici visti durante la lezione.
Ogni dimostrazione ha la durata di tre ore ed un costo di Euro 12,50.

Sono ammessi al massimo 10 partecipanti su prenotazione.

Per effettuare la propria prenotazione e il pagamento seguire le istruzioni al seguente link:
ISTRUZIONI

DOMENICA 18 GENNAIO 2015
dalle ore 15.30 alle ore 18.30

CORSO DIMOSTRATIVO

Teoria
Gli strumenti di lavoro
Acquisto e trattamento dei fiori recisi
Forme e carattere di fiori e foglie
Il punto vegetativo
Lo stile formale

Realizzazione pratica:
IL CENTROTAVOLA IN STILE FORMALE

iscrizione aperta fino al 15 gennaio 2015
22/02/15
14:30
al
17:30
Corsi e dimostrazioni I segreti della cura e potatura delle rose - Castello Quistini, Rovato (BS)
I segreti della cura e potatura delle rose Domenica 22 Febbraio dalle 14,30 alle 17,30 tra i giardini di Castello Quistini Febbraio si sa, è il mese del,la cura del giardino ed è anche il mese migliore per potare le regine dei fiori: le rose. A Castello Quistini a Rovato, dimora del 1600 immersa in uno splendido giardino di rose, Domenica 22 Febbraio dalle 14,30 alle 17,30 avrà luogo un corso teorico-pratico per conoscere meglio le rose e imparare le tecniche corrette per potarle con la possibilità di esercitarsi sul campo. Lo scopo del corso è fornire tutti gli elementi utili affinché le rose abbiano la migliore crescita e fioritura in Primavera, prevenendo malattie ed esaltando la fioritura nella bella stagione. Durante l’incontro verranno affrontati anche argomenti di giardinaggio in generale. Il corso sarà tenuto da Marco Mazza, proprietario della dimora storica, progettista dei magnifici giardini del palazzo e titolare dell’azienda agricola specializzata nella coltivazione e produzione di rose antiche, botaniche, inglesi e selvatiche. Con oltre 1500 varietà di rose coltivate e curate con grande passione, i giardini di Castello Quistini offrono uno spettacolo unico che si aggiunge al fascino della storica dimora franciacortina. Castello Quistini è un luogo dove la natura convive con la storia e dove le rose sono le vere regine incontrastate. Ogni cosa infatti, nei giardini del palazzo, viene progettata appositamente per loro dando vita ad un’atmosfera unica e affascinante. Tra le varietà di rose più famose che verranno conosciute meglio nel corso della giornata non mancheranno le rose inglesi del famoso ibridatore David Austin. Conosciute ed esportate in tutto il mondo le rose inglesi hanno rappresentato una rivoluzione nel mondo delle rose e molte di queste si adattano perfettamente al nostro clima mediterraneo. La quota di iscrizione è di 40,00€ con una pianta di rose in omaggio. Per iscriversi basta compilare il modulo online che trovate nella pagina CORSI sul sito www.castelloquistini.com.
03/03/15al06/03/15Florovivaismo Florbusinnes - Ruvo di Puglia (BA)
Florbusiness 2015 dal 3 al 6 marzo Settima edizione del porte aperte della floricoltura in Puglia Ancora un anno ricco di novità e nuove proposte per la settima edizione di Florbusiness, la manifestazione si svolgerà dal 3 al 6 marzo 2015. L'evento, che mette in mostra l'eccellente produzione e la professionalità delle aziende Pugliesi, è composto da Camaflor, Caporalplant, Florpagano, Florapulia, Vivai Capitanio Stefano, Pagano Piante, Prima Vita, Pagano Fiori, Cantatore Michele, Auricchio & Sons. Florbusiness si svolge in un periodo di forte produzione di essenze mediterranee, piante da interno e da vivaio e piccole piantine da ricoltivare, nel settore decorazioni e oggettistica, saranno presentate le nuove collezioni autunnali e Natale 2015. Florbusiness non è una fiera ma un porte aperte delle aziende associate. Consigliamo i visitatori di auto munirsi, per maggiori informazioni visitate il sito www.florbusiness.it Importante sinergia e accordo strategico, fra Florbusiness e Myplant & garden che si svolgerà presso Fiera Milano Rho dal 25 al 27 febbraio. www.myplantgarden.com A dimostrazione dell’attenzione che l’associazione Florbusiness volge verso la categoria floricola, non ha voluto far mancare il proprio sostegno verso una manifestazione come Myplant & Garden che riteniamo possa rilanciare il settore florovivaistico e di prodotti strettamente collegati alla floricoltura e al mondo garden, sia a livello nazionale ma soprattutto sui canali esteri. Saremo presenti al Pad 6 Corsia C-D-E Mostreremo in anteprima alcune novità per poi proseguire la manifestazione in Puglia dove tutti gli operatori professionali e giornalisti sono invitati. Vi aspettiamo naturalmente in Puglia Cosimo Pagano Presidente Associazione Florbusiness Ruvo di Puglia (Bari) Italia Web: www.florbusiness.it E-Mail: info@florbusiness.it
14/03/15al14/03/15Parchi e giardini Giardini di Villa della Pergola - Alassio (SV)
IL FASCINO ANTICO DEI GLICINI DI VILLA DELLA PERGOLA Dal 14 marzo riprendono le visite guidate ai giardini e riapre il Relais Con l’arrivo della primavera riaprono al pubblico i cancelli di Villa della Pergola ad Alassio: dal 14 marzo riprenderanno infatti le visite guidate ai Giardini, raro esempio di parco anglo-mediterraneo nel nostro paese. Le visite guidate proseguiranno fino a fine ottobre, offendo così la possibilità di ammirare tutte le splendide fioriture della macchia mediterranea e della flora esotica che caratterizzano i giardini. Le visite guidate su prenotazione si terranno di sabato e  domenica con partenza alle ore 9.30/ 11.30 / 15.00 / 17.00. Durante la settimana sarà possibile prenotare visite solo per gruppi. Per prenotazioni: tel. +39 0182.646130 – info@giardinidivilladellapergola.com. Affacciato sul golfo di Alassio, il parco segue l’andamento naturale della collina su più livelli terrazzati uniti dalle caratteristiche pergole che danno il nome alla Villa e sulle quali sbocceranno, a partire dalla primavera, i glicini, una collezione che conta oltre 20 varietà diverse per forme e colori (tra le quali Wisteria brachybotrys “Shiro Kapitan Fuji”, Wisteria floribunda “Burford”, Wisteria floribunda “New Blue Fountain”, Wisteria floribunda “Nishiki”, Wisteria floribunda “Lilac Rose”, Wisteria floribunda “White Blue Eye”, Wisteria sinensis “Jako”, Wisteria macrostachya “Clara Mack”, Wisteria “Nana”). Questi profumatissimi fiori erano particolarmente amati dalla famiglia Hanbury, proprietaria di Villa della Pergola per quasi tutto il Novecento. Negli anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale, infatti, proprio durante la loro fioritura Ruth Hanbury era solita organizzare la “Festa del glicine” alla quale partecipavano scrittori, giornalisti e vecchi ufficiali dell’Impero Britannico. Il relais di Villa della Pergola: luogo unico in cui rivivere l’atmosfera “fin de siècle” In concomitanza con la riapertura dei Gardini, il 14 marzo riaprirà anche il Relais di Villa della Pergola. Il Relais offre ai propri ospiti l’occasione unica di soggiornare in quello che è un vero capolavoro architettonico di fine ‘800, la cui storia è strettamente legata a quella della comunità inglese che aveva eletto, tra il 1800 e il 1900, quest'angolo della Riviera tra le sue mete preferite di villeggiatura invernale. Non a caso, infatti, ognuna delle 13 suite è dedicata a uno dei numerosi personaggi che in passato hanno soggiornato a Villa della Pergola o che sono stati membri della comunità inglese di Alassio, rievocando le affascinanti atmosfere di fine Ottocento. INFORMAZIONI Le visite guidate su prenotazione si terranno di sabato e  domenica con partenza alle ore 9.30/ 11.30 / 15.00 / 17.00. Durante la settimana sarà possibile prenotare visite solo per gruppi. La visita si compie singolarmente e/o in piccoli gruppi. Durata 1,30 h circa. Agibilità I Giardini sono visitabili in gran parte anche da persone disabili. Solo alcune zone non sono accessibili a causa della morfologia del terreno e per la presenza di brevi scale in pietra. Gli animali non possono entrare. Biglietti Il biglietto d'ingresso sarà acquistabile sul posto ed è comprensivo di accompagnamento guidato. Singolo: 12 euro, Soci FAI: 10 euro Gratuito per i bambini fino ai 6 anni accompagnati da un adulto. Scolaresche (visita parco): 6 euro. Per le scolaresche, nei mesi di aprile e maggio, sono previste visite con laboratori: per informazioni, costi e prenotazioni contattare Villa della Pergola. GIARDINI IN VILLA: LABORATORI PER LE SCUOLE ALLA SCOPERTA DEI GIARDINI DI VILLA DELLA PERGOLA I Giardini di Villa della Pergola ad Alassio, raro esempio di parco anglo-mediterraneo in Italia, aprono i loro cancelli ai più piccoli con il progetto “Giardini in Villa”: per la prima volta nei mesi di aprile e maggio saranno infatti organizzate una serie di attività didattiche e di esperienze formative – dei laboratori del fare - rivolti alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie. Realizzato su un progetto di Nadia Nicoletti esperta di didattica orticola, “Giardini in Villa” è uno spazio d’informazione, di apprendimento e di sperimentazione che attraverso il saper fare e il giardinaggio sostenibile forma le nuove generazioni e sensibilizza sulla bellezza, sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla cura delle piante. Durante i laboratori i bambini avranno così la possibilità di scoprire la splendida vegetazione della macchia mediterranea e della flora esotica che caratterizza i Giardini di Villa della Pergola: il glicine, il rosmarino, l’agapanto, l’eucalipto, l’alloro, la lavanda, la rosa e la palma. Le modalità di svolgimento e i contenuti saranno diversificati a seconda dell’età dei partecipanti. I laboratori avranno una durata di due ore circa e un costo di 8 euro a bambino compreso il materiale didattico e si terranno dal martedi al venerdì e previa prenotazione. Per informazioni e prenotazioni: info@giardinidivilladellapergola.com Tel. 0182646130/ 0182646140 - Cell. 335664550 / 3381252079 (Davide). Ecco nel dettaglio il programma di “Giardini in Villa”: - Un glicine è… per sempre! Nelle giornate primaverili il profumo dei glicini ci accompagna per i sentieri di Villa della Pergola. Lasciamoci cullare dal profumo di questi fiori meravigliosi e impariamo a conoscere da vicino questa pianta e i segreti per propagarla. - I segreti del rosmarino Tocchiamo e annusiamo i rami di questa semplice pianta mediterranea dai delicatissimi fiori per capire cosa si nasconde dietro il suo profumo e impariamo a piantare piccole piante di rosmarino per rendere sempre più belli e profumati gli angoli del nostro giardino. - Semi da diffondere Osservando la collezione di oltre 200 varietà di agapanti impariamo a conoscere da vicino questa pianta perenne tipica della Riviera e con i suoi semi realizziamo palline di terra argillosa per colorare con fiori e farfalle giardini e spazi dimenticati. - Annusando fiori, foglie e frutti… Eucalipto, rosmarino, alloro, lavanda, rose sono solo alcune delle piante profumate che troveremo nel Parco di Villa della Pergola. Impariamo a conoscere tutte queste piante e costruiamo insieme un piccolo scrigno profumato che poi resterà con noi. - Il mondo delle palme Scopriamo i segreti di questa pianta affascinante osservando il portamento, il tronco e le grandi foglie. Ascoltiamo il rumore delle sue fronde, scopriamo curiosità inaspettate sulla sua storia e sperimentiamo la semina dei suoi frutti. VILLA DELLA PERGOLA Flora mediterranea e tropicale in Riviera I 22.000 metri quadrati dei Giardini di Villa della Pergola offrono un’occasione unica per passeggiare immersi nella tipica vegetazione mediterranea, fatta di pini marittimi, carrubi, ulivi, lecci sapientemente coniugati con jacarande e strelitzie giganti sudafricane, eucaliptus australiani, banani e palme di tutti i tipi, aloe, agave, fichi d’india, cactacee provenienti da ogni latitudine, glicini, tumbergie, spiree, ortensie, oleandri, pelargoni odorosi, lavande, buganvillee, dature, bignonie, solanum e gelsomini. I giardini ospitano alcune collezioni botaniche, come quella degli agrumi e dei glicini, e un’importante collezione di Agapanti (oltre 300 varietà diverse), unica in Europa per numero e qualità. A passeggio sui sentieri, tra pergole, fontane e laghetti Le pergole sono uno degli elementi caratteristici dei Giardini, tanto da dare il nome alla Villa e al Villino, capolavori architettonici di fine Ottocento che sorgono all’interno del parco. Coperte di Rosa banksiae, di buganvillee e di glicini di numerose varietà, le pergole uniscono i diversi livelli del parco, snodandosi lungo i fianchi della collina e lasciando libera la vista sulla baia di Alassio. Le numerose fontane e i laghetti rocciosi accolgono le ninfee rosa (già presenti al tempo degli inglesi) e le specie più recenti di ninfee tropicali blu, mentre gli antichi vasconi, che servono ancora oggi per la raccolta dell’acqua destinata all’irrigazione, sono stati trasformati in grandi vasche per la coltivazione dei loti. Ampi sentieri coperti di ghiaia o lastricati, come la Passeggiata del Sole, e diverse scalette in pietra collegano le varie terrazze: quella panoramica, con due altissime Phoenix canariensis, quella antistante la Villa, che ospita un eucalipto ultra centenario, e la terrazza con il prato adiacente al Villino. Un po’ di storia Ideati dal generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875, il parco e la Villa della Pergola passarono, ai primi del ’900, al cugino di Virginia Woolf, il baronetto Sir Walter Hamilton Dalrymple. Nel 1922, il nuovo proprietario, Daniel Hanbury – secondogenito di Thomas, ideatore e proprietario dei celebri Giardini Hanbury (La Mortola, Ventimiglia) – iniziò un’opera di arricchimento delle collezioni di piante presenti nel parco, attingendo dai giardini botanici della famiglia. Dopo un periodo di abbandono e degrado, nel 2006 una cordata di amici guidata da Silvia e Antonio Ricci, sempre attenti alle vicende del territorio e nell’ottica di salvaguardare il paesaggio e l’ambiente, acquistò la proprietà all’asta giudiziaria per salvarla da una speculazione edilizia. Il restauro dei giardini Dal 2006 al 2012 il Parco ha subìto un importante restauro, affidato all’architetto paesaggista Paolo Pejrone. Grazie a un sapiente intervento conservativo, eseguito nella continuità della storia e della vocazione del luogo, i Giardini conservano ancora oggi le tipiche caratteristiche dei giardini all’inglese ottocenteschi che li hanno resi una delle meraviglie botaniche della Riviera ligure e del Mediterraneo. Villa della Pergola All’interno dei Giardini si trovano Villa della Pergola e il Villino, anch’essi sottoposti a importanti interventi di restauro conservativo di interni ed esterni da parte dell’architetto Ettore Mocchetti. Le ville hanno così recuperato l’antico charme di dimora vittoriana, con tutto il fascino dello stile coloniale inglese, diventando raffinati relais dove è possibile soggiornare da marzo a ottobre. Le suite sono tredici – divise tra la Villa, il Villino e la Casa del Sole – una diversa dall’altra e ognuna dedicata a un personaggio inglese legato alla storia di Alassio. I Giardini di Villa della Pergola fanno parte del network Grandi Giardini Italiani (www.grandigiardini.it) e hanno vinto il Gran Premio Giardini 2013 per il più alto livello di manutenzione, buon governo e cura di un grande giardino italiano. Per informazioni e prenotazioni: Giardini di Villa della Pergola, via Privata Montagu 9, 17021 Alassio (Savona) Tel. +39.0182.646130 - info@giardinidivilladellapergola.com - info@villadellapergola.com www.giardinidivilladellapergola.com - www.villadellapergola.com
14/03/15
10:00
al15/03/15
18:00
Florovivaismo Mostra Antiche Camelie della Lucchesia -Pieve e Sant’Andrea di Compito (LU)
Mostra Antiche Camelie della Lucchesia: antichi borghi in fiore da scoprire e degustare Mentre ancora l’inverno indugia a cedere il passo alla primavera, c’è un luogo dove cortili e giardini si riempiono di colori, preparando uno spettacolo indimenticabile per i visitatori. Una dimensione esotica a chilometro zero, in cui gioielli architettonici, bellezze paesaggistiche, naturali e botaniche si fondono senza soluzione di continuità. Si tratta di Pieve e Sant’Andrea di Compito, antichi borghi situati nel Comune di Capannori, a pochi minuti dalla città di Lucca, pronti a trasformarsi nella location della mostra Antiche Camelie della Lucchesia. L’evento, giunto ormai alla sua 26° edizione, rappresenta un’occasione da non perdere per gli amanti della vita open air, ma anche per gli appassionati di fiori e piante e per i buongustai del tè. Nei weekend del 14-15, 21-22, 28-29 marzo, il cosiddetto “Borgo delle Camelie” svelerà agli avventori i suoi variopinti tesori. Ad attenderli è infatti una vera e propria full immersion nel mondo della camelia, la pianta di origini giapponesi dalle cui foglie si ottiene la bevanda del tè. Specie uniche e rare, cultivar frutto di innovativi studi, piante secolari racchiuse tra le mura di imponenti ville, esposizioni allestite ad hoc e ancora la piantagione di tè, unica in Italia, e il Camelieto, area di 7250 metri quadrati in cui vengono conservate circa 1000 piante, di cui 750 cultivar, provenienti da quasi tutto il mondo. Di tutto questo e molto altro sarà possibile godere, uscendo dal mood frenetico della quotidianità, riscoprendo a piedi angoli nascosti, tra boschi, mulini, frantoi e oliveti, costeggiando il fiume Visona e il profondo canyon in cui scorre, visitando torri medievali avvolte dal mistero, ma anche moltissime residenze storiche, come le ville Borrini, Giovannetti, Torregrossa e Orsi, eccezionalmente aperte in occasione dell’evento. Tra le colline capannoresi sarà inoltre possibile scoprire un angolo di Sol Levante: a far conoscere la vera e autentica cerimonia del tè sarà la delegazione giapponese di Shizuoka e l’associazione culturale italo-giapponese Iroha, special guest della manifestazione. A completare il quadro, degustazioni di prodotti tipici, momenti musicali, estemporanee di pittura e molto altro ancora. La mostra Antiche Camelie della Lucchesia resterà aperta negli ultimi tre week end del mese di marzo dalle ore 10 alle ore 18. Il biglietto è di 6 euro, l’ingresso è gratuito per i minori di 12 anni e i disabili con accompagnatore. Alcune Informazioni pratiche: Il Borgo delle Camelie (S. Andrea e Pieve di Compito) durante la mostra è chiuso al traffico. Per raggiungerlo i visitatori dovranno prendere le apposite navette, disponibili sia il sabato che la domenica, dalle 10 fino al termine della manifestazione. I gruppi organizzati possono raggiungere il Borgo direttamente con il proprio pullman, previa prenotazione alla segreteria della mostra. Per informazioni e prenotazioni contattare il Centro Culturale Compitese: 0583/977188 – 366/2796749 – www.camelielucchesia.it – info@camelielucchesia.it
20/03/15al22/03/15Florovivaismo Primavera con Giardini d’Autore a Villa Lodi Fè - Riccione
Primavera con Giardini d’Autore a Riccione Venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 marzo 2015 torna l’appuntamento con Giardini d’Autore, la rassegna florovivaistica dedicata a tutti gli appassionati di giardinaggio a Villa Lodi Fè Riccione. Con Giardini d’Autore si apre la stagione delle mostre florovivaistiche in Italia, tre giorni in cui lo splendido parco di Villa Lodi Fè, residenza storica nel cuore della città, si trasforma in un vero e proprio giardino botanico dove piante ed essenze rare saranno protagoniste indiscusse. La primavera è il momento in cui la natura si risveglia e le piante si preparano a regalare nuovo splendore, il periodo migliore per i giardinieri di rimettersi all’opera. Giardini d’Autore è dunque l’occasione ideale per scoprire, in un solo weekend, le novità proposte dai migliori vivaisti italiani. Passeggiando a Villa Lodi Fè sarà possibile reperire: piante aromatiche e per l’orto, bulbi, semi, rose antiche e moderne, piante acquatiche, piante tropicali, frutti antichi, piante da ombra, e ancora arbusti insoliti a fioritura precoce, piante grasse, varietà di camelie e azalee, piante rampicanti, agrumi storici e ornamentali, piante commestibili e tantissime altre curiosità vegetali, capaci di ispirare tutti nella creazione di veri e propri Giardini d’Autore. Tra le novità di questa primavera 2015 la presentazione in anteprima della collezione di fiori commestibili di Nicola Pizzi. Pizzi produce da anni fiori edibili ed erbe utilizzate da grandi chef. In occasione di Giardini d’Autore sarà possibile conoscere i tesori culinari che si nascondono nei nostri giardini. Sempre al tema del fiore nel piatto sarà dedicato l’ormai famoso Brunch di Primavera di Giardini d’Autore. Giardini d’Autore è inoltre l’occasione per trovare tanti spunti e idee originali per arredare con gusto casa e giardino. Stand di artigianato artistico di altissima qualità coloreranno il giardino di Villa Lodi Fè. Con la primavera a Giardini d’Autore sboccia il progetto Green Carpet, uno spazio dedicato al design e alle tendenze dell’outdoor, dove giovani progettisti presenteranno le loro idee del “vivere verde”. In questa edizione di primavera 2015 la realizzazione di un Terrazzo sospeso ecosostenibile. A rendere unico il weekend di Giardini d’Autore un programma ricco di appuntamenti dedicati a grandi e piccini. Dall’incontro con Anna Kauber per la presentazione del libro “Le vie dei campi” a quello con L’Associazione Italiana della Camelia che esporrà in anteprima la “Camelia Reticulata” e alcuni suoi ibridi. E ancora i laboratori eco chic “Fiori in fil di ferro”, “Carta in Tavola”, “ La Primavera sul Tessuto” e “Decorazione floreale”. Per i più piccoli “ Storie sotto l’albero”, “Il mio giardino a colori” e il “Laboratorio di Ceramica”.
22/03/15
14:30
al
17:30
Corsi e dimostrazioni Erbacce buone da mangiare - Castello Quistini, Rovato (BS)
Erbacce buone da mangiare, un corso a Castello Quistini Domenica 22 Marzo l'Officina botanica di Castello Quistini organizza un breve corso per conoscere e riconoscere le principali infestanti presenti in natura per imparare ad utilizzarle come erbe officinali e in cucina. Non tutte le “erbacce” sono da buttare, alcune erbe dette “infestanti” si possono utilizzare come altre erbe spontanee in cucina per preparare piatti gustosi e insoliti, per salutari tisane o per bagni benefici, l’importante è saperle riconoscere. Domenica 22 Marzo dalle 14,30 alle 17,30 si terrà un corso sul riconoscimento delle piante e erbe spontanee, alcuni loro utilizzi in cucina e i diversi utilizzi fitoterapici. In natura esiste ad esempio il "Centocchio", noto anche come "Paerina", erbacea diffusa praticamente ovunque nel nostro paese e definita come erba infestante, può essere utilizzata contro il prurito e l'eczema e viene indicata anche per disturbi come la bronchite. Un altro esempio di infestante è il "Topinambur", il cui tubero può essere utilizzato nelle insalate o aggiunto ai minestroni e possono essere utilizzate liberamente dai diabetici in quanto non contengono glucosio. Senza trascurare le più conosciute come l' "Ortica", utilizzabile come infuso o decotto, ha grandi proprietà diuretiche e depurative, oltre essere ricca di proteine, vitamine, enzimi, e sali minerali. In cucina si può usare come verdura cotta, in minestre, risotti e cruda nelle insalate miste. Il corso, teorico e pratico, vi permetterà di conoscere e riconoscere tra i giardini di Castello Quistini le principali varietà di infestanti presenti comunemente in tutti i giardini e prati. La quota di iscrizione è di 30,00€, per iscriversi ==>> http://www.castelloquistini.com/corsi/2015/corso-di-riconoscimento-delle-erbe-spontanee/ Chi è Marilena Pinti? Marilena Pinti, naturopata ed esperta di erbe spontanee, da 24 anni gestisce una azienda agricola a Sarezzo. È specializzata sulle proprietà delle erbe selvatiche, sui lori utilizzi in cucina o nella cura della persona. Conduce una fattoria didattica con particolare attenzione all’habitat naturale del luogo. Ha studiato naturopatia secondo il metodo Costacurta/Lezaeta presso l’ACNIN di Conegliano Veneto. Ha conseguito il diploma di Operatore in Ambito Erboristico della Regione Veneto presso La Biolca di Battaglia Terme. Tiene corsi sul riconoscimento e utilizzo delle erbe spontanee ed è autrice della pubblicazione dell’Ecomuseo di Valle Trompia: “Le nostre erbe spontanee”.
01/04/15al01/04/15Parchi e giardini Giardini di Sissi, Castel Trauttmansdorff - Merano
I GIARDINI DI SISSI APRONO I CANCELLI UN TUFFO TRA I FIORI CHE ANTICIPA LA PASQUA Il cuore della città di Merano torna a battere dal 1° aprile, giorno in cui i cancelli dei Giardini di Castel Trauttmansdorff riaprono per la stagione 2015. L’apertura a pochi giorni dalla Pasqua incanterà i visitatori con un arcobaleno di fiori variopinti e tante novità. Tra queste l’installazione dell’artista Ichi Ikeda nel Laghetto delle Ninfee, realizzata work in progress per trasmettere ai visitatori la centralità dell’acqua nella vita e che rientra nel progetto “Merano Nature Art – Spring 2015” del festival “Primavera Meranese”, manifestazione che animerà la cittadina altoatesina fino a metà maggio. Tra la Val Venosta, la Val Passiria e la Val d’Adige è situata la ridente Merano. Vista dall’alto la città assomiglia ad un fiore, dove al centro sbocciano i Giardini di Sissi, il Giardino Internazionale dell’Anno 2013, lo spettacolare anfiteatro botanico che riaprirà i cancelli mercoledì 1° aprile, anticipando di qualche giorno la Pasqua. Qui, dopo il lungo letargo invernale, la bella stagione irromperà rigogliosa con la fioritura di oltre 350.000 bulbi che inonderanno l’atmosfera di intensi profumi e incredibili colori, accogliendo i visitatori da tutto il mondo in uno scenario fiabesco che già nell’Ottocento aveva conquistato ed incantato la Principessa Sissi, la famosa imperatrice d’Austria, che scelse Castel Trauttmansdorff come dimora ideale per rilassarsi e per fare lunghe passeggiate. Ai Giardini di Merano ogni angolo ricorda l’amata principessa, a lei sono dedicati alcuni scorci del parco e la passeggiata che li collega alla città che è ancora oggi apprezzata e conosciuta in tutto il mondo come centro del benessere. Per Pasqua passeggiate tra i fiori Giallo, rosso, viola, blu, sono infiniti i colori che si manifestano allo sguardo dei visitatori che varcano il ponte rotondo che li collega al paradiso botanico. Una tavolozza dalle tonalità sempre diverse e che ogni mese cambia l’aspetto del parco, trasformandolo di stagione in stagione, in uno spettacolo unico ed indimenticabile. Nel periodo pasquale i primi a fiorire sono i narcisi e i tulipani, che come soldati sull’attenti accolgono gli ospiti dando loro il benvenuto, abbracciandoli con caldi colori. La primavera esplode in tutte le sue sfaccettature e in ogni angolo del parco eleganti anemoni, giacinti, ranuncoli, camassie, corone imperiali, English bluebell, rododendri e peonie disegnano un carosello dalle mille tonalità. Ovunque si posa lo sguardo si scorgono viuzze che costellano il giardino, dove tra le aiuole variopinte ranuncoli, papaveri e violette fanno capolino. A maggio la regina del parco botanico meranese è lei, la rosa, che sboccia elegante nel Giardino dei Sensi, creando un’atmosfera seducente, che ammalia e incanta con il profumo. L’installazione work in progress di Ichi Ikeda - Merano Nature Art – Spring 2015 L’arrivo della primavera per i Giardini di Sissi è sempre un momento importante, un inno alla rinascita e un’occasione di festa. Il parco altoatesino sarà quest’anno uno dei palcoscenici in cui si svolgerà il festival della “Primavera Meranese”, che coinvolgerà l’intera città di Merano dal 28 marzo al 15 maggio con eventi artistici e culturali che rivitalizzeranno il centro storico. I Giardini di Castel Trauttmansdorff sono la cornice ideale per questa manifestazione, che con il progetto “Merano Nature Art – Spring 2015” vuole riunire arte contemporanea e natura attraverso installazioni e sculture che si fondono in maniera organica con l’ambiente che le ospita. Saranno dodici le sculture di famosi artisti italiani ed internazionali che in particolari location verdi di Merano creeranno un percorso sensoriale inedito. Il Laghetto delle Ninfee dei Giardini di Sissi sarà il luogo dove ammirare la particolare scultura che realizzerà l’artista giapponese Ichi Ikeda e che sorprenderà i visitatori con un’installazione il cui tema sarà l’acqua e le piante acquatiche, a simboleggiare l’importanza della sostenibilità, i diritti umani e la speranza nel futuro. In anteprima l’artista di Osaka ad aprile sarà ospite di un work in progress ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, durante il quale i visitatori lo potranno vedere all’opera e scoprire i segreti della sua filosofia artistica, la Water Art, che vuole richiamare l'attenzione mondiale sulla conservazione delle risorse idriche quali fonti di vita. Una stagione per famiglie ai Giardini di Sissi Anche nella stagione 2015 i Giardini di Castel Trauttmansdorff proporranno numerosi eventi, tra cui in particolare due giornate dedicate ai bambini e alle famiglie in festa, il 17 maggio la “Primavera ai Giardini” e il 25 ottobre l’“Autunno ai Giardini”. Si tratta di vere e proprie giornate per le famiglie, che in primavera ed in autunno coinvolgeranno grandi e piccini tra giochi, animazioni e divertimento alla scoperta del parco con passeggiate tra alberi di agrumi in fioritura e in boschi incantati, con attività didattiche e multisensoriali, tra bricolage, trucchi e giochi per bambini. I Giardini di Sissi si riproporranno come meta ideale per famiglie durante tutta la stagione. Soprattutto i più piccoli, ma anche i loro genitori, potranno esplorare il Giardino, azionando il campanello della roggia, camminando sul Ponte delle Avventure, una passerella sospesa ed oscillante che attraversa il Bosco Ripariale Spontaneo, alla scoperta dei simpatici animali che vivono nel parco, come pappagalli, pesci e caprette. “Turismo & Guerra” in mostra al Touriseum Con l’apertura dei Giardini il 1° di aprile, anche il Touriseum, il Museo Provinciale del Turismo, ricomincia la sua stagione. Dove soggiornò la Principessa Sissi, oggi il Touriseum offre un piacevole viaggio attraverso 200 anni di storia del turismo in Tirolo e quest’anno ospiterà la curiosa mostra Turismo & Guerra. Un viaggio nella storia del Tirolo durante la Grande Guerra, che attraverso reperti, documenti e illustrazioni ricostruirà i legami e i cambiamenti tra il turismo prima del 1914, e il suo mutamento al termine del conflitto mondiale. Tornano anche gli eventi più amati Dopo una stagione 2014 che ha visto staccare oltre 400.000 biglietti con ospiti provenienti da ben 90 paesi del mondo, i Giardini di Sissi restano la meta più amata dell’Alto Adige e per la nuova stagione riconfermano alcuni degli appuntamenti più attesi: dai brunch domenicali della “Colazione da Sissi” ai grandi concerti della rassegna “World Music Festival”, con la partecipazione di artisti di fama internazionale. Tutti i venerdì dei mesi di giugno, luglio e agosto, i Giardini resteranno aperti anche quest’anno fino alle ore 23.00, in occasione della consolidata rassegna “Trauttmansdorff di Sera”, tra musica e divertimento. Confermate per tutte le prime domeniche da maggio a ottobre le visite alle libellule, consigliate soprattutto ai bambini e ai ragazzi che vogliono conoscere tutti i segreti della natura, guidati da un’esperta entomologa e le offerte turistiche combinate, “Giardini & Terme” e “Giardini & Vino”, grazie allo strepitoso successo ottenuto nel 2014. www.trauttmansdorff.it Su Facebook: Trauttmansdorff – I Giardini Orari di apertura: 1° aprile –  31 ottobre: ore 9.00 – 19.00 1 novembre –  15 novembre: ore 9.00 – 17.00 I venerdì di giugno, luglio ed agosto: ore 9.00 – 23.00 Ultimo ingresso fino a un’ora prima dell’orario di chiusura Prezzi d’ingresso: Biglietto singolo: 12,00 € Biglietto per famiglie (2 adulti con bambini sotto i 18 anni): 26,00 € Anziani over 65: 10,00 € Bambini, ragazzi, studenti e disabili: 8,50 € Bambini sotto i 6 anni: ingresso libero Gruppi (di almeno 15 persone, a persona): 9,00 €
11/04/15
10:00
al12/04/15
20:00
Florovivaismo Ancona Flower Show (AN)
La Mole Vanvitelliana di Ancona torna anche quest'anno a fiorire con la terza edizione di Ancona Flower Show, mostra mercato di piante rare e inconsuete, nei giorni 11 e 12 Aprile 2015. Tante le novità per i visitatori che decideranno di trascorrere un weekend all'insegna del verde di qualità e del giardinaggio. La kermesse ospiterà infatti un parco espositori sempre più nutrito, 60 fra i migliori produttori e collezionisti di rarità botaniche saranno pronti a mostrare al grande pubblico le loro varietà più particolari e a presentare le loro anteprime assolute a livello nazionale. Passeggiando all'interno della Mole si potranno ammirare i colori della primavera grazie alle numerosissime specie di rose presenti, alle ortensie più rare, alle orchidee, agli agrumi in moltissime varietà e ancora peonie, camelie e azalee. Non mancheranno le piante cactacee e succulente, esemplari di bonsai, piante acquatiche, olivi secolari, pelargoni e piante mediterranee. Ma non finisce qui, sarà possibile reperire infatti carnivore, tillandsie, piante aromatiche insolite e alberi da frutto in specie antiche e ritrovate e tantissime altre curiosità. Faranno da contorno a tutto ciò sezioni dedicate all'arredo da giardino e per la casa, artigianato di qualità, eccellenze enogastronomiche e prodotti del benessere, sempre indissolubilmente legate al mondo della natura. Nuovi saranno anche tutti gli eventi collaterali che arricchiranno la kermesse. I “nuovi amici” di Ancona Flower Show potranno avvicinarsi al mondo del giardinaggio attraverso corsi di giardinaggio base e le mini-conferenze sulla storia, l'uso e la cura delle piante tenuti sempre dagli stessi espositori. Per il pubblico più esperto invece non mancheranno nuovi laboratori specializzati e avanzati di coltivazione dove poter apprendere i “trucchi del mestiere” e tecniche sempre più approfondite. Senza dimenticare ovviamente i “piccoli amici” della manifestazione: anche quest’anno ci saranno moltissime attività dedicate a loro, tutti i giorni senza interruzione, per avvicinarli all'ecologia e al rispetto dell’ambiente, grazie a divertenti laboratori didattici e attività pratiche a loro misura. Ogni attività collaterale che si svolge all'interno della mostra mercato è gratuita ed aperta a tutti, previa iscrizione online al sito www.anconaflowershow.com. Un'edizione da non perdere insomma per ammirare rare meraviglie e approfondire le proprie conoscenze sul giardinaggio, ma anche semplicemente per vivere una giornata “total green” in pieno relax in una delle location storiche più affascinanti della città di Ancona. Ancona Flower Show vi aspetta alla Mole Vanvitelliana 11 e 12 Aprile 2015! Sab/Dom 10:00 – 20:00 Per saperne di più ed iscriversi gratuitamente ai corsi: www.anconaflowershow.com
18/04/15
09:00
al19/04/15
11:00
Florovivaismo Arezzo Flower Show - Villa Severi (AR)
Sboccia ad Arezzo la prima edizione di Arezzo Flower Show, mostra mercato di piante rare e inconsuete, in programma per il 18-19 Aprile 2015 all'interno dell'incantevole Villa Severi. L’evento, patrocinato da tutte le istituzioni locali e nato dall’esigenza di valorizzare uno dei distretti florovivaistici più noti a livello nazionale, ospiterà i migliori collezionisti e produttori di rarità botaniche non reperibili in nessun modo nel quotidiano. I colori e profumi della primavera riempiranno il parco di Villa Severi, che diventerà durante i giorni della kermesse un vero e proprio giardino botanico pronto a stupire sia i visitatori più esperti e ancora di più i nuovi appassionati. Sarà possibile infatti incontrare 80 espositori tra i migliori del panorama florovivaistico italiano e internazionale con le loro collezioni di alberi da frutto di ogni varietà da quelli del benessere fino a quelli in specie antiche e ritrovate, di camelie e di frutti minori, ma anche vaste collezioni di piante aromatiche da tutto il mondo. Non mancheranno in manifestazione inoltre le piante acquatiche, le perenni, graminacee, arbusti, le rose antiche, pelargoni, le cactacee e le carnivore. Da non dimenticare naturalmente i bulbi in collezione, le ortensie ma anche orchidee, agrumi e tillandsie. Ma non è finita qui, a fare da contorno a tutte queste rarità botaniche ci sarà una sezione dedicata all'artigianato di alta qualità, eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere. In programma per il pubblico tanti eventi collaterali che arricchiranno i due giorni: tanti corsi di giardinaggio base e mini-conferenze sulla storia, l'uso e la cura delle piante tenuti sempre dagli stessi espositori, per il pubblico più esperto invece laboratori specializzati e avanzati di coltivazione dove poter apprendere i “trucchi del mestiere” e tecniche più particolari. Senza dimenticare ovviamente i “piccoli amici” della manifestazione per i quali ci saranno moltissime attività tutti i giorni senza interruzione, per avvicinarli all'ecologia e al rispetto dell’ambiente, grazie a divertenti laboratori didattici e attività pratiche a loro misura. Ogni attività collaterale che si svolge all'interno della mostra mercato è gratuita ed aperta a tutti, previa iscrizione online al sito www.arezzoflowershow.com. Una nuova manifestazione da non perdere per conoscere e ammirare rare meraviglie e approfondire le proprie conoscenze sul giardinaggio, ma anche semplicemente per vivere una giornata “total green” in pieno relax in una delle Ville più belle di Arezzo. Arezzo Flower Show vi aspetta a Villa Severi il 18-19 Aprile 2015! Ulteriori informazioni e iscrizioni ai corsi su www.arezzoflowershow.com
19/04/15
14:30
al
18:00
Corsi e dimostrazioni Impariamo a progettare un giardino low cost - Castello Quistini, Rovato (BS)
“Impariamo a progettare un giardino low cost” Domenica 19 Aprile è in programma un corso a Castello Quistini per imparare a progettare il proprio giardino a basso consumo, con piante rustiche, insolite o dimenticate, e utilizzando materiali inusuali e oggetti riciclati. Domenica 19 Aprile, dalle 14.30 alle 18.00, a Rovato in provincia di Brescia, nella splendida cornice di Castello Quistini e dei suoi giardini, si terrà uno speciale corso con Simone Montani di Matiteverdi (www.matiteverdi.it), per un'appassionante introduzione al mondo della progettazione del verde per apprendere la teoria e la tecnica per realizzare uno spazio verde in maniera originale e creativa, imparando a conoscere piante insolite o dimenticate, rustiche e a bassa manutenzione, e abbinando al giardino materiali “riciclati” e oggetti rivisitati nella loro funzione, in un connubio personalizzato, unico, contemporaneo e allo stesso tempo low cost, per una perfetta filosofia “green”. Chi ha la fortuna di avere un giardino si sarà senz’altro accorto che per renderlo bello serve tanta passione, impegno e molte idee. Durante il breve ma intenso corso verranno illustrati nuovi e originali esempi di realizzazioni verdi con riferimenti botanici a specie insolite, quali “Chitalpa tashkentensis”, albero dalle dimensioni contenute le cui foglie lanceolate, raggruppate in mazzetti, conferiscono un aspetto decisamente esotico alla pianta, oppure “Pseudocydonia sinensis”, il falso melo cotogno cinese, molto rustico, dalla particolare corteccia colorata e dai profumatissimi frutti giallo-limone. Altri esempi di piante poco conosciute per il giardino che verranno presentate sono “Deschampsia cespitosa” e “Pennisetum macrourum”, erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle graminacee, molto rustiche quanto poco utilizzate nel giardinaggio in Italia, il genere “Penstemon”, con la sua infinità di ibridi dalle coloratissime e lunghissime fioriture estive, e particolari varietà di bambù resistenti al freddo. Il corso organizzato da Dimora Creativa di Andrea Mazza (www.dimoracreativa.it) è in programma Domenica 19 Aprile dalle 14.30 alle 18,00 e la quota di iscrizione è di 30,00 € e il numero di partecipanti è limitato. Per informazioni e iscrizioni al corso: www.matiteverdi.it/eventi.php oppure www.castelloquistini.com/corsi. Castello Quistini si trova in Via Sopramura 3/a a Rovato, in provincia di Brescia. Chi è Simone Montani? Simone Montani è un dottore agronomo libero professionista che si occupa di progettazione del paesaggio e spazi verdi, sia pubblici sia privati, dal grande parco estensivo, al piccolo giardino urbano, dall’aiuola stradale alla micro-terrazza cittadina, con il ruolo di responsabile di progetto e direttore dei lavori nelle fasi realizzative. Cos’è Matiteverdi? www.matiteverdi.it è un blog e studio di progettazione del verde che svolge anche attività di consulenza tecnico-agronomica, fitopatologica e botanica, di supporto in progetti esterni per svariate figure professionali, quali architetti, ingegneri, geometri e designers, per enti pubblici, aziende florovivaistiche e di giardinaggio, e per privati.
24/04/15
10:00
al26/04/15
19:00
Florovivaismo Nel segno del Giglio - Reggia di Colorno (PR)
E’ il momento del bello e del romantico, del piacere per gli occhi e per l’olfatto, alla Reggia di Colorno per la 22a edizione della Mostra mercato del giardinaggio di qualità. Una scelta quasi in controtendenza, a favore dei “fiori belli”, laddove nei nuovi giardini imperversano graminacee e esemplari che ripropongono la flora spontanea. Specie affascinanti certo, sicuramente più semplici da coltivare, ma non sempre definibili come “belle”, perlomeno secondo i criteri più consolidati del termine. “Nessuno può toglierci il piacere di osservare, accarezzare, annusare una bella rosa o un garofano o una peonia o una camelia”, affermano di comune accordo Elisa Migone e Isabella Gemignani, patronesse storiche ed attivissime de Nel segno del Giglio, annunciando le date della loro ormai consolidata manifestazione: dal 24 al 26 aprile, naturalmente nel magnifico Parco della Reggia di Colorno, a pochi chilometri da Parma. La loro non è una scelta “contro” ma semplicemente la voglia di difendere il bello, inteso secondo parametri classici ma non per questo vecchi o non attuali. Nel segno del Giglio 2015 sarà quindi un trionfo di colori, un tripudio di fiori, accompagnati da tutto il “cotè” che trasforma il giardinaggio domestico in un meraviglioso rituale, da compiere con lo stato d’animo adeguato, ma anche con il giusto abbigliamento, i giusti attrezzi e, perché no, il giusto cappello. Come facevano in questo meraviglioso parco l’Imperatrice Maria Luisa o le Duchesse di Casa Farnese. “Vogliamo riproporre il giardinaggio come arte, emozione, piacere, sogno” affermano le due Signore. “Chiunque può e deve, se vuole, crearsi un suo Paradiso in terra, colmo delle piante e dei fiori che più ama, a prescindere da mode e tendenze” ribadiscono. “In questo, continuiamo ad attingere agli insegnamenti di Ippolito Pizzetti, gran giardiniere che ci ha accompagnati in questa nostra impresa e che a Colorno è stato di casa”, affermano le due patronesse. “Ippolito era un perfetto conoscitore delle piante, aveva assoluta dimestichezza con la storia del giardinaggio, conosceva regole e ogni consuetudine imperante. Eppure era, nel profondo, un uomo che non amava gli schemi imposti dalle varie mode. Adorava creare accostamenti audaci, persino eccentrici. I suoi erano giardini molto personali, mai ovvi. E questo crediamo piaccia anche ai pollici verdi di oggi, liberi di interpretare mode e regole e di inventarsene altre, perché ogni giardino è e deve essere il ritratto di chi se lo crea”. “Colorno, anno dopo anno, lavora anche su un ulteriore filone, quello della riscoperta delle piante nostrane, autoctone, quelle che da sempre hanno prosperato sui nostri terreni e climi e che una moda esterofila ha escluso, come povere reiette, da nostri giardini”. “Da alcuni anni, continuano Elisa ed Isabella, osserviamo crescere la ricerca delle memorie, si tratti delle varietà antiche di piante da frutto ma anche di arbusti ed erbacee ornamentali che sino all’anteguerra e anche dopo crescevano quasi spontanee in ogni piccolo giardino e che ora sono diventate introvabili nei vivai, sempre più standardizzati”. Di qui la selezione, per Colorno 2015, di vivai in sintonia con i principi delle organizzatrici, attente interpreti dei gusti del pubblico che frequenta la loro manifestazione. Nell’illustrare la linea de Nel segno de Giglio 2015, Isabella Geminiani e Elisa Campari, tengono ad annunciare anche quelle che sono le “conferme” di Colorno: prima fra tutte proprio il Premio Ippolito Pizzetti che anche quest’anno sarà assegnato alle proposte più interessanti in mostra. Poi le molte manifestazioni e proposte collegate alla mostra-mercato, dalle visite guidate, spesso in esclusiva, a parchi e giardini del territorio, all’apertura delle Oasi naturalistiche, al sempre gradito “a lato” gastronomico. Molta attenzione, come sempre, verrà riservata alla didattica per grandi e bambini. “Ci saranno vari stand deputati a ciò - annunciano Elisa e Isabella – perché lo consideriamo un investimento per un futuro in armonia con la natura”. Nella linea di questo ritrovato rapporto con la natura, va anche l’ampio spazio dedicato all' orto produttivo, che è anche orto giardino. Nel segno del Giglio è organizzata e curata da ARTOUR s.c., in collaborazione con il Comune di Colorno e con la Provincia di Parma. Info: www.nelsegnodelgiglio.it ORARI E BIGLIETTO D’INGRESSO Venerdì 24 Aprile dalle ore 10.00 alle ore 19.00, costo del biglietto € 7,50 Sabato 25 e Domenica 26 Aprile dalle 10.00 alle 19.00, costo del biglietto € 7,50 GRATIS fino a 14 anni COME ARRIVARE In auto Autostrada A1, uscita Parma. Strada provinciale Asolana (SP343) per Colorno direzione Mantova 11 km. In bus Linea extraurbana. Per maggiori informazioni www.tep.pr.it PER INFORMAZIONI E CONTATTI ARTOUR Cooperativa di Servizi Culturali email info@artourparma.it sito internet www.artourparma.it Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica c/o Reggia di Colorno telefono +39 0521 31 37 90 email ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Parma telefono +39 0521 21 88 89 email turismo@comune.parma.it
25/04/15al26/04/15Florovivaismo DARFO BOARIO TERME in FIORE VI Ed.- Parco delle Terme di Boario (BS)
"DARFO BOARIO TERME in FIORE " VI° Edizione - Tema 2015 " IL FIORE NELL'ACQUA " Parco delle Terme di Boario 25 e 26 Aprile 2015 classico appuntamento primaverile dell'Amministrazione CITTA' DI DARFO BOARIO TERME (Bs) segnalato da - " ITALIVE" - Autostrade d'Italia e Consob - Associazione dei Consumatori come una delle 23 migliori Manifestazioni d'Italia per il 2014 Saranno presenti nella splendida cornice del Parco delle Terme di Boario, fiori e piante, vasi e composizioni floreali, profumi ed aromi, arredo e attrezzature da giardino, oggetti ed accessori di ispirazione floreale, che si armonizzeranno mirabilmente con iniziative, concorsi, mostre, laboratori e convegni sul tema fiori e natura e biodiversità.
25/04/15al26/04/15Florovivaismo Floricola - Borghetto Santo Spirito (SV)
Borghetto è in festa per l’arrivo di Floricola! Mancano ormai pochi giorni alla terza edizione di Floricola, l’atteso appuntamento di Borghetto Santo Spirito (SV) organizzato dal Comune e fervono i preparativi. Il 25 ed il 26 aprile torna il consueto appuntamento dedicato a fiori, piante e tutto quanto ruota intorno al mondo floreale (arredi da giardino, arte della tavola, addobbi floreali e prodotti a base di erbe e piante come marmellate e miele speciali). Le aree espositive saranno allestite nel centro cittadino, un vero e proprio gioiello. Il programma di Floricola, come di consueto è ricchissimo di appuntamenti per tutte le età. Sabato 25 aprile al mattino, ancora prima di aprire gli spazi espositivi al pubblico, è in programma un’escursione a cura del CAI di Loano al Monte Croce. Al ritorno, dopo una visita a Floricola, Borghetto Carni ed il Civ Ponente offriranno ai partecipanti uno spuntino, per recuperare le energie perse durante l’escursione. NOVITA’ 2015: la creazione di fronte al pubblico di composizioni floreali a cura dell’EDFA di Pietra-Savona e dell’Atelier Amaryllis di Sanremo, in programma la prima sabato mattina, a cura di Carla Barbaglia, insegnante, dimostratrice e giudice internazionale dell’EDFA, mentre la seconda è in programma domenica mattina e sarà a cura di Alessia Polloli e Marilde Balestra. A Palazzo Pietracaprina sarà allestita una mostra sull’arte della tavola dedicata al tema della manifestazione: “Cena in giardino”. Tutti gli incontri in programma riguarderanno il tema floreale: per citarne alcuni, saranno presentati gli sciroppi creati dall’Azienda Dalpian di Tiglieto (GE) a base di sciroppo di rose e fiori d’arancio, si insegneranno le tecniche per preparare l’oleolito a cura di Altroconsumo Finale Ligure-Loano e saranno presentate le proprietà benefiche del fungo dell’immortalità, a cura di Silvia Andreetto e Vincenzo Ciranna. Inoltre sarà organizzata un’estemporanea di pittura, oltre a laboratori per bambini come un corso di pittura ed il disegno sull’acqua, a cura dell’Associazione Il mondo di Grel. Alcuni stand proporranno laboratori a cielo aperto per le due giornate; il Ludogarden-fattoria didattica Vivai Michelini di Borghetto organizzerà accanto al proprio stand laboratori a ciclo continuo per bambini e ragazzi per creare coroncine, scudi e gioielli con le foglie. Lo stesso vivaio allestirà una suggestiva aiuola, proprio davanti a Palazzo Pietracaprina. L’azienda Ceramiche Bernat lavorerà con il tornio per creare le prestigiose ceramiche di Albisola. L’incontro con l’autore quest’anno è dedicato alle giornaliste de La Stampa Antonella Mariotti e Chiara Priante, che presenteranno “Casa Verde” edito da La Stampa e “Pomodoro da terrazzo” Blu Edizioni. Non mancano gli appuntamenti con l’Associazione Panificatori, Pasticceri e Affini di Savona e Provincia: la creativa Manuela Manzone, del panificio Emy di Savona, realizzerà peonie e rose in pasta di zucchero, per dilettare sia gli appassionati di fiori, sia gli appassionati di dolci. A Palazzo Pietracaprina sarà organizzata anche una mostra di Giovanna Oreglia, ceramista ed artista di Borghetto Santo Spirito. Le scuole di Borghetto, che come ogni anno collaborano con Floricola, quest’anno hanno preparato una mostra dal titolo “Sulle orme dei grandi pittori” riciclar ad arte… visitabile nella Sala Marexiano. Floricola, come sempre, è una manifestazione attenta all’ambiente: domenica 26 aprile al mattino è previsto un appuntamento con l’ecoausiliario amico per spiegare alla cittadinanza come organizzarsi per la raccolta differenziata attivata dal Comune, a cura di ATA. Ormai, come di consueto, il mercatino ortofrutticolo di piazza Caduti sul Lavoro si sposterà all’interno della manifestazione, su Lungomare Matteotti. Gli stessi agricoltori allestiranno un’aiuola nel centro cittadino. Dopo lo strepitoso successo dell’anno scorso, anche gli infioratori di Borghetto torneranno ad abbellire Piazza Madonna della Guardia con la realizzazione di un’infiorata che stanno preparando da mesi. Sarà di nuovo possibile visitare il depuratore, a cura della Servizi Ambientali SpA con una navetta dedicata. I commercianti stanno preparando vetrine a tema, che per la prima volta saranno votate anche dal pubblico, oltre alla giuria. Il voto del pubblico sarà espresso tramite facebook. Lo stesso pubblico votante sarà premiato: il titolare della foto che raggiungerà il maggior numero di “mi piace”, riceverà un omaggio al termine della manifestazione. I bar ed i ristoranti proporranno menu ed aperitivi a tema floreale, creando un percorso per il pubblico. La manifestazione è organizzata con il patrocinio della Camera di Commercio, Provincia di Savona, Regione Liguria e delle associazioni di categoria.


KalenderMx v1.4 © by shiba-design.de